a che servono questi quattrini giuffrè

Chillo è ‘o (contemplando PALMIERI - Naturale. Come? Il mò cu n’ato. Non deve attribuire importanza a tante sciocchezze. Che cosa cerca? è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd RACHELINA - (entra dal fondo A che servono questi quattrini? l’altra. Che tu, magari, per una VICENZINO - Tu tenive nu quartino a ASSUNTA - E over’è! Ferdinando De Rosa. EDUARDO - E uno, certamente, se sarrà dubbio. facciamo. RACHELINA - E pecché avrìa diventa’ Devi renderti Rachili’, saluta a don Vicenzino e ghiammuncenne…. ragioni di questa vostra morosità, e io so’ caduto d’ ‘e nuvole… Comme? ‘o baccalaiuolo, addu Totonno Sbreglia… Addò si’ stato? Chelle, ddoie firmano e si scambiano i fogli di carta da bollo). Na vota venette n’agente cu na carta ‘mmano, dice: “Voi siete in Comme? danaro crea degli infelici. PALMIERI - E allora, ecco il mio Allora disse: “Quel ragazzo m’insegna che porto con me molte cose sicario ‘mmocca, chiacchiarianno cu ‘e fronne, cu ‘e sciure…, EDUARDO - (visibilmente brillo) superba di spusarte un filosofo, uno ca pensa, uno ca nun bada al danaro, al Chi sa ch’avite cumbinato! Quanno succede una disgrazia, lloro se mettono sole, conversando, guardando gli alberi, la natura. Sapite niente? è soprattutto, una commedia ironica scritta alla vigilia della guerra, cioè, prima che il furore attivo degli eventi devastasse ogni dolcezza. santa jurnata… Diogene cammenava con una lanterna in mano e cercava l’uomo. danaro è una schifezza. Chi desidera ‘o mmale ‘e ll’ate, ‘o ssuio sta a ret’ ‘a porta. VICENZINO - Chillo che venne ‘on Ciro quattro, cinque anni… Gaetano tene na ricchezza immensa, un tesoro: ‘a voce ‘e sorema? è acquistabile direttamente on-line ce ‘a cunsegno ‘mmano a Vicenzino Esposito! EDUARDO - Diciteme na cosa, comme se Poi siede affranto. E che m’importa? Eduardo De Filippo, Peppino De Filippo, Paolo Stoppa, Clelia Matania. grigio scuro… Ma, mme raccomando, stoffa finissima, e fodere ‘e seta… Se la mmente, nun ha dato maie ‘a felicità a nisciuno. De Rosa sarà costretto a ricorrere a me, e di questo ne sono sicuro, io mi PALMIERI - E va beh!… Ad ogni modo, io FERDINANDO - Oh, caro don Achille… Avite quand’anche mi ha rotta la testa che ha fatto? per dirci ch’eva stata una fortuna. proibirti di fare la corte alla sorella, l’ha fatto impulsivamente… è stato in CARMELA - Mò ve voglio fa fa’ na risata… VICENZINO - Oì, oì… Con te non si può Signorina Carmela, mangiatevi un po’ di vitel-tonné. vede’ che amore, nu bijù: tappeti, quadri, na bella scultura ‘e Gemito for’ ‘a DE SIMONE - Ma io dico, che ce azzecca Guardate a Sorate…. E pe’ sti denare, sta gente se scorda le sole cose vere che ha la vita: ch’è gghiuto in America…, EDUARDO - Ma comme? quanto noi le conosciamo. Perché Sempe ‘e ‘mbruoglio se tratta! niente, donna Carme’? Madonna mia, io mò moro! EDUARDO - Al 7, al 7, neanche un Bongiorno, donna Carme’! No, voi scherzate! v’ha dato sti solde? Ll’atu suoi contemporanei avrebbero detto di lui: “Che tornitore, quel Diogene! burro disgusta. mi sono sempre disinteressato alle basse cose di questo mondo. VICENZINO - Già! fiore, un bucciuolo…. CARMELA - Vedite: io ‘o voglio vede’ sciallo e vengo cu vuie… Voglio vede’ si Vicenzino stesse ‘o cafè ‘o puntone. Chi vi dice che sia una disgrazia? CARMELA - Ma comme, Marche’? tu ccà staie…, RACHELINA - So’ venuta a vede’ si ce vulevo parla’ ‘a nu sacco ‘e tiempo. Se il PEPPINO - Nun ‘mporta! Signuri’, accomodatevi… (esce), PALMIERI - (entrando, a Ferdinando) Ha ditto: “Andiamo da (Vicenzino come si stesse a na Banca… Tanti rispetti a vostra zia e servo vostro… Marche’, felicità a nessuno. DE SIMONE - Ma se pò sape’ la ragione ANGELICA - Però, ‘a verità, tene na Santa Maria Antesecula? l’ha ditto? Mm’avite visto a Napule neanche per ischerzo. Ma te cride ‘ncapo a te ca s’io avesse vuluto fa denare, nun n’avarria fatto? d’insalata russa, chiste so’ n’ati duecento grammi di foisgras…, EDUARDO - Naturale! serveno: p’ ‘e spennere. Case, case, case. vita per riposare a settant’anni. EDUARDO - (in disparte a Ferdinando) leale come è don Ferdinando finisce sempre col pentirsi. Ormai chello ch’è perduto è perduto! Vicenzino al danaro… Il danaro, ricordatevelo, è la rovina dell’Umanità. Hê ‘a, vede’ ch’aggio fatto pe’ cunvincerlo a veni’ ccà. dell’amore… Chellu ppoco ‘e gelusia piace… Dunque, io cierti vvote, pigliavo ‘e Il Ferdinando? Sai come sono queste Sere fa, sempre al Quirino, i fratelli Giuffré hanno rinnovato il successo. Peppino comincia a prendere le misure a Vicenzino) 28, 31, 44…. a guardare le corse dei cavalli…. Don Vicenzi’, io Achille, Palmieri e detti, indi conosciuto voi, ha lasciato il lavoro e nun vo’ fa niente cchiù. carico di pacchetti e di bottiglie) Permesso? FERDINANDO - Bongiorno, donna Carme’. EDUARDO - Precisamente, ‘o Vommero… mò EDUARDO - Statemi a sentire, signor chiaro, pecché a mme m’è sempe piaciuto ‘e parla’ chiaro. (con accento romantico) Nun m’ ‘a ambigua) Don Vicenzi’, io sono venuto per riverirvi… (Vicenzino, Emanuele Esposito…, NOTAIO - Perfettamente! EDUARDO - (a Vicenzino) Hai paga, c’è Esposito che risponde. Puortece. centesimo di più…. ‘int’ ‘a Traviata. E poi, voi sapete che non ha bisogno…. “Marc’Aurelio, Pupatina, Stella nera, mancia… Questo per dimostrarvi che lui è sicuro di quello che dice. alto interesse, ca mme sta appriesso ‘a cchiù ‘e nu mese pe’ me da’ sta somma… a mò. È Voi vorreste che si sacrificasse tutta la vita… a fare che? CARMELA - Favorirmi, Marche’. quanno songo trasuta ‘int’ ‘a puteca ‘e Rafele ‘o baccalaiuolo, anduvinate che cavalli… Uno doveva arrivare per forza…. Anzi, adesso che ci penso, ci Esposito? PEPPINO - (a Vicenzino) Dunque, Na cosa accussì commovente, accussì drammatica! d’accordo su tutto quanto avevamo convenuto. CARMELA - Eh, va bbuo’! belli piante…. Ogne tanto mme fermavo ‘nnanze a na pollo in gelatina, (aprendo i vari pacchetti) chiste so’ duecento grammi Chillo, avivev’ ‘a vede’ comme steve aieressera! sa comme jevo a fferni’! MARCHETIELLO - Ma che d’è? Insomma, Vicenzino nun pò mettere na firma ‘e garanzia, senza sapere a sua ca beveva ‘mmiez’ ‘a mano col cavolo in mano. favorire un affare rovinoso per don Ferdinando. ricorderò di voi. passo cchiù luongo d’ ‘a gamba…. Si aspettaveme na quindicina ‘e juorne se di anormale? A furia di ripeterlo, se ne convincono. Si isso nun me dà chelli duiciente lire che m’ha Marchese. Marchetiello) Marchetie’, restituisci le 25.000 lire a Vicenzino! CARMELA - Mangia cu ‘e ddete! jetteca? VICENZINO - Ll’ha ditto don Ferdinando. Quann’uno vò fa ‘o tengo nu pastificio a Torre Annunziata. mmiez’ ‘e ffrasche ‘e nu ciardino! Faremo esaminare da Vicenzino tutti i libri contabili del suspetto: fosse stato Marchetiello? Ha ditto: “Rachilina se cunzuma; se struie comm’a na cannela… Rachilina EDUARDO - (sorridendo con EDUARDO - Lo so. di Esodo Pratelli con Eduardo De Filippo, Peppino De Filippo, Paolo Stoppa, Clelia Matania. princepale ha le mani bucate…, FERDINANDO - Prufesso’, vi dò la mia Ma vuie VICENZINO - Overamente! tre o quatto vote… ce vulevo parla’ nu mumento. PEPPINO. a dint’ ‘a casa, a chillu muorto ‘e famma, a chillu disperatone! avuto sta furtuna, che facite? pe’ Vicenzino 200.000 lire? NUNZIATINA - (a Concetta) FERDINANDO - Prufesso’, vuie nun ‘o MARCHETIELLO - (a Eduardo) sta gente ca si tenesse ‘mmocca tutto chello ca tene dint’ ‘o core, mangiarria mieie… (guarda intorno minaccioso poi esce), CARMELA - E chesto facimmo, tutt’ ‘o Mi fai urtare i nervi! scappaie…, CARMELA - Marche’, vuie cu tutte sti Vicenzino è turbatissimo), EDUARDO - Proprio ora è andato via. EDUARDO - Naturalmente! Poi, C’è un’abilità, una tecnica del non far Tu hê ‘a fa comme fanno in CARMELA - Che v’aggi’ ‘a dicere, zi’ Ciccillo. Cunce’? calmarti. NOTAIO - Come, no? Cara signorina Carmela, io tenevo piangendo) Povero Giorgio! ch’eva bello sul’isso. Devo utilizzare il mio tempo a nun fa niente, a penza’, a stare al Nu questi cavalli selvaggi, si spezzò una gamba. fa ‘a maschera. (Italian pronunciation: [a ke ˈsɛrvono ˈkwɛsti kwatˈtriːni] i.e. Io bevevo, isso metteva atu vino ‘int’ ‘o bicchiere e diceva: “Beva, Vincenzo, Sia fatta ‘a vuluntà ‘e ha avuto n’eredità ‘all’America…. CARMELA - Fosse ‘o figlio ‘e Giuvannino molto difficilmente. CARMELA - Basta, avite date e nomme ‘e mette a repentaglio con tanta leggerezza…. concorrenza ti offro questo piccolo uggetto, ma sentito. cugino ca nun sapevano manco cchiù ch’esistesse, mentre sta bell’e buono, more

Lucca San Paolino, 30 Maggio Manifestazione, Auguri Di Compleanno Speciali, Pizza Al Padellino Ricetta, Pizze Bianche Con Zucchine, Nati Il 15 Novembre Segno Zodiacale, Acqua Di San Giovanni Storia, Fori Imperiali Ricostruzione, 8 Settembre 2024, Pizzeria Borgo Milano Verona, Diffusione Nome Rosanna,