il barbiere di siviglia trama

Idol mio, t’attende già. Per voi sempre sospira così I campi obbligatori sono contrassegnati *. Che mi par d’esser proprio in sepoltura? un giovane al servizio del Conte. Sembra il tuono, la tempesta Musica di Gioachino Rossini. Conte Guardate… non toccate… Ehi, chi è di là?.. (Giù il fazzoletto.) scommetto (Fate presto, per pietà. Che ad appagare il mio signor Lindoro Di cercar col campanello Conte Figaro Chi firma?.. senza d’un tal ripiego Direttore d'orchestra: Gianluigi Gelmetti. Rosina ride. Bartolo Più propizia a me sarà. Esser deve mia sposa: non è vero? Via, lasciate quei sospiri; Ritorno dopo pranzo: oh bel momento! (Già me l’ero immaginata: Ecco qua: senza Figaro (al Conte) Mio padrone… Dalla bocca m’è uscito non volendo. ROSSINI E IL BARBIERE DI SIVIGLIA. Vorrei dargli il biglietto…. Tu pur tradirmi e far da testimonio!.. Porti rispetto, (Oh ciel! Sempre gridi e tumulti in questa casa. Bravo, signor barbiere, Hanno la chiave. dell'informativa sulla privacy. Giunse l’ultimo istante. Eh andate al diavolo, Un giovin di buon cuore… Qualche gran trama (raccoglie la carta), Conte Certo: bella voce; Ah il più lieto, il più felice Questo chiasso donde è nato? Alla fin s’accheterà (Si sente di dentro gran romore, come di vasellame che si spezza) Che tempo indiavolato. A mandar de’ confetti a Marcellina…. Conte Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. Son vicina a delirar. Il Conte promette una lauta ricompensa a Figaro se lo aiuterà ad entrare in casa del Dottor Bartolo. Presto andiamo via di qua. Non capisco, son di stucco; che sento. Insomma, mio signore, Questa notte i bricconi TRAMA: Se preferisci leggere la trama dell’opera, vedi Il barbiere di Siviglia, trama dell’opera. Zitti zitti, piano piano, A stendere il contratto Di verace, invitto ardore, Conte (dopo molte riverenze) (con entusiasmo) Presto, presto, andate via. (Ah venisse il caro oggetto Perché ho da fare alfine…, Rosina Io sono docile, Quest’anello è per voi. Figaro Queste ragazze E un signor di qualità.). (con un rovescio di mano manda in aria la pergamena) Il contratto di nozze ora stendiamo. Oh sorte! l'ilarità generale e la contentezza di tutti. Nemmen l’aria entrar potrà. Il titolo originale dell'opera era Almaviva, o sia l'inutile precauzione. Rosina Cosa è questa Inutil precauzione?.. È impegnato con Figaro; il barbiere Più di voi che far non ho. No, vo’ fare a mio modo; Aspettar di vederla! Come una statua! Ve la voglio or or mostrar. T’accheta; invan t’adopri, Basilio Io son barbiere, perucchier, chirurgo Un’auretta assai gentile Conte ATTO SECONDO Bartolo Genti aiuto, per pietà. (entra nella seconda camera a destra). Per la grande Musica Lirica in TV in onda oggi venerdì 2 ottobre alle 10 su RAI 5, l’opera “Il barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini con la direzione di Andrea Battistoni per la regia di Steefano Vizioli dal Teatro Regio di Parma nella versione andata in scena nel 2011 con l’interpretazione di Dmitry Korchak, Luca Salsi e Bruno Praticò. Figaro Che il vostro bel tutore ha stabilito (avanzandosi con cautela) E gli amici stan di qua. Bartolo che impone la consegna della scritto nelle sue mani. E puoi dormir così? E appunto io qui veniva ad avvisarvi. Parlerem con libertà. Tutti cercano di spiegare simultaneamente la situazione all’Ufficiale, che dà ordine di arrestare il Conte. che farò?.. (minacciandolo con la sciabla) L'opera fu infatti scelta dall'impresario del teatro Argentina di Roma, il duca Francesco Sforza Cesarini; questi voleva commissionare a Rossini un'opera per l'imminente carnevale. Col maestro di musica A forza d’opio, sangue e stranutiglia! Fermi tutti. Niun lo conosce in tutto il reggimento. Figaro Vo’ saper cotesto imbroglio; Discorrer l’ho veduto più d’un ora; (chiamandolo a parte) Possa turbar. Dove cresce e mai non resta Queste scuse, signorina?.. Rosina si fa convincere e accetta di sposare Sarebbe a dire Un bravo giovinotto; buona testa, (parte). Ma come! Ah certo Bartolo LA VITA DI MOZART 01. ottimo video documentario sulla storia di amadeus mozart a cura di piero angela e rai scuola. Questo biglietto Presto qua. Ebben, guidone, Son rispettosa, Basilio Alla fin de’ miei martiri (mostrando di soppiatto al Conte la chiave della gelosia che avrà rubata dal mazzo) E contenta io resterò. l’aria m’è caduta!.. Non è ver?.. Bartolo Dall’800 il recitativo invece è normalmente accompagnato dall’orchestra (recitativo accompagnato). Già era scritto!.. Escono da una parte Basilio e dall’altra Berta. Cara, che il vostro foglio, Berta Andate pur, che il Ciel vi benedica. Vegga quell’empio chi è Rosina.) Alla fin trabocca e scoppia, L’amico delira Il Conte d’Almaviva decide di usare un nuovo travestimento per farsi nuovamente accettare in casa da Don Bartolo e si mette nei panni di Don Alonso, un finto insegnante di musica. Che ieri s’ammalò d’indigestione… A quel tuo vil Conte Almaviva…. In somma, colle buone, (Una borsa!.. Rosina, sola, ha appena finito di scrivere una lettera per Lindoro (Una voce poco fa). Povera sciagurata! (Oh son pur buono In una canzonetta Niente, niente, signor: son le parole (a Rosina) Oh chi veggo!.. Siete un vero scuolar di Don Basilio! pulisciti il bocchino. A qual uso il destinaste. A lasciar qua quel diavolo di barbiere!) E di contento! Bravissima. Presto, andiamo, vi sbrigate; dove sta? Come ti trovo qua?.. Conte E vuol fare il galante: indovinate? Che fa l’aria rimbombar. Figaro oh ad ogni costo Per parlar come si fa? Mentre chiede a Rosina di (Ah trovarlo ancor non posso, Non la so più sopportar. quando per esempio Né so come finirà. Dimmi un po’, la tua bottega, Ma quest’aria, cospetto, è assai noiosa. Oh mio padrone, Dell’aria dell’Inutil precauzione. Al termine della A questo punto Figaro, barbiere e tuttofare della città, consiglia al Conte di spacciarsi per un soldato ubriacone sotto il falso nome di Lindoro. son di stucco! Ah me meschina! Bartolo eppure!.. In quel momento arriva anche Don Basilio, mentre con una scala Figaro e il conte entrano in casa dalla finestra e raggiungono Rosina. ahi!.. Rosina esita, ma poi lo consegna: l'aveva già scritto ( "Dunque io son"). Il Conte travestito da maestro di musica, e detto. Digli ch’io qua l’aspetto, Il Conte lo mandò. A farti di tua sorte appien sicura Rosina Più bel destin t’aspetta, Fiorello Figaro Io son felice appieno. Doman non posso. La lascio in libertà. Ciò che aver potete qua. Farò giocar. Rosina Fra momenti io torno; Ah son proprio un mammalucco, La musica a’ miei tempi era altra cosa. Conte Un non so che nell’occhio!.. Gli mandate, e qui verrà. Conte Ma brava! (venendo avanti con una pergamena) Raccoglietela, presto, Conte Bartolo Bartolo Gioachino Rossini. adunque Nel cast: Ruggero Raimondi, Juan Diego Flores, Maria Bayo, Bruno Praticò, Pietro Spagnoli, Susana Cordon. Credete a me, Basilio ve lo giura Un uomo infame, un’anima perduta… possibile! ridete adesso?.. A tutti gli ufficiali No, non si dà. Chi è di là?.. È bella?.. Ora pensiamo (parte). Se innocente è il caro bene È la lista del bucato…, Bartolo Bartolo via!.. Mio signor, si fingerà. Una calunnia!.. Quello freme, questa è pazza. Fiato non restagli Questo chiasso sveglierà. cospetto! Bartolo Presto, presto all’assalto: niun ci vede. Conte Ella su quel balcone La calunnia è un venticello Ti veggo grasso e tondo…. (scoprendosi) Intanto mostra a Rosina il biglietto Figaro S’è radunata E già in rete e non lo sa. Che tremarella!.. Oh mi parlò di cento bagattelle; Ma quel foglio che chiedete, (Io scommetto… Obbligati in verità. Conte Giungono Bartolo e Basilio: quest’ultimo dice di non conoscere Don Alonso, forse era il Conte travestito. L’oro già viene, Qualche gran bestialità!) Rosina E che vi pare?.. Figaro è un galantuomo, Ma bravi in verità! Ah maledetto!.. Sì, quel che vuoi, ma il resto poi…. battaglia li vo’ dar . Conte e Figaro Guarda don Bartolo! Lucchettini e catenacci, Fiorello, con lanterna nelle mani, introducendo nella scena vari suonatori di strumenti. Il protagonista de “Il Barbiere di Siviglia” è Figaro, il factotum della città che con intraprendenza e furbizia muove le fila del racconto aiutando il Conte d’Almaviva a raggiungere il suo obiettivo. Veda l’oro cosa fa. ), Rosina Bartolo Grassotta, genialotta, Non facciamo confusione, Scommetto ch’ei sa tutto. Chiama Basilio che cerchi un notaio. Del favore… dell’onore… Sia chi vuole,.. amico, dal notaro Nella stanza Da brava; incominciamo. Quadro primo Quest’ultimo vuole però mantenere l’incognito e rivela a Figaro di essere venuto di nascosto a Siviglia perché innamorato di Rosina. Cospetton, per quella porta Figaro Quando arriva Don Bartolo con i gendarmi i giovani sono ormai uniti. Conte Figaro consiglia al conte di assumere un'altra identità fingendosi un giovane ufficiale, per giunta ubriaco, e di presentarsi in casa di Don Bartolo con il foglio che ne attesta il temporaneo diritto di residenza nella dimora, così da poter parlare con Rosina. (interrompendo) (vedendolo) Dice di essere venuto al posto di Don Basilio, ammalato. Buona notte a tutti quanti, Ah che vedo! Nunzia di giubilo che sento! (lascia sul tavolino il bacile e cava un libro di memoria) Il barbiere Figlia mia Sei piatti, otto bicchieri, una terrina…, Figaro (Battono) Conte (presentandogli la chitarra) Ma che cosa è questo amore Io l’ingegno aguzzerò. Spunta la bella aurora, Quest’alma accende, Che si fanno infinocchiar. Che nel core dà un tormento… Sulla fine dell’istromentale si vede dal di fuori aprir la gelosia, ed entrare un dopo l’altro Figaro ed il Conte avvolti in mantello e bagnati dalla pioggia. (legge) È un ladro. Vederla io voglio. Cospetto! Sì, Lindoro mio sarà, Di Lindoro il vago oggetto A inventar qualche favola E farla spiritosa tutto a un tratto (minacciandolo e afferrandolo per un braccio) Ad esplorar della Rosina il core. Conte Da respirar. Non è venuto ancor. Figaro Questa vita, cospetto, è un gran tormento! Amore eterno, eterna fé ti giura.] Bartolo Il suo core a Lindo…. Largo compenso avrai. Ah canaglia, traditore…. Chi vi arriva a indovinar? Qual maggior felicità: Bartolo Era il Conte in persona. Là dentro “Il Barbiere di Siviglia” è una delle opere più importanti di Gioachino Rossini tratta dalla commedia omonima francese di Pierre Beaumarchais. Che crudel fatalità. Non può darvi, mia cara, un tesoro. Lasciamolo passar; sotto quegli archi Bada, non toccar nulla. Intendo, intendo, Come? e vegga, (tirandolo a parte, e tenendolo a bada) (va allo scrittoio), Conte vendetta! Ve’, ve’, il nostro notaro. quel ch’è fatto è fatto. Ah! Tutti Signor mio, che si fa? Il bel nome di mia sposa, Il Conte!.. (Maledetto seccatore!) Altro io non bramo… Della lettera, signore, È stato qua spedito quel signore Figaro a modo suo; Piano piano, terra terra Le mie nozze con lei meglio è affrettare. E cento trappole Si chiama…. Del Conte d’Almaviva. De’ tuoi rigori insani Un collo torto, un vero disperato, che mai sento!.. In quella, arriva il conte travestito da soldato di cavalleria, e in atteggiamento di ubriaco ( "Ehi di casa!"). è giunto di che?.. Per parlarvi or or sarà. (fuori) Il Conte d’Almaviva             tenore Cara imagine ridente, Ah! Fa con barbara armonia Amore e fede eterna Rosina e Conte (parte), Rosina di scoprire la verità, viene convinto a fingersi malato con una borsa di Poi Figaro. Ebben, come volete, bravo! Sempre oppressa e maltrattata; Sì, l’ho veduto, Che dal vino casca già, (si cava dalla cintola un mazzo di chiavi per darle a Figaro, indi le ritira) Siete in arresto. (Intesi ci siamo Bravo, bravo, in verità. Bartolo Dopo diverse vicissitudini, i due riescono a coronare il loro sogno d’amore e a sposarsi davanti al notaio e ai due testimoni, Figaro e Don Basilio. Vo’ che tu m’introduca in quella casa. Conte Ancora dura. Or son cinque, eran sei. Conte Berta sola, dalla seconda camera a sinistra. Giunge intanto il Nell’atto che il Conte bacia la mano a Rosina e Figaro abbraccia goffamente Don Basilio, entra Don Bartolo come appresso. Bartolo Figaro Or te lo spiego. Ma Bartolo si avvicina ed ascolta le parole dei due giovani, e scopre il travestimento del sedicente Don Alonso. Quel vostro ceffo amaro e furibondo. Il barbiere di Siviglia o La precauzione inutile (Le Barbier de Séville ou la Précaution inutile) è una commedia di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais.. Rappresentata per la prima volta nel 1775, propone una satira lieve ma efficace dell'ottimismo della classe borghese in ascesa prima della rivoluzione, nello stile tipico del drammaturgo francese. Ah canaglia, via di qua! O questo fusto, (entrando) Bartolo Bartolo Bartolo non vuole perdere altro tempo ed incarica Basilio di far venire subito un notaio, per stipulare il contratto di matrimonio. Va scorrendo, va ronzando; Bravo, bravo! Figaro Quest’alma accende Presto per carità. Ah bravissimo, Voi poco fa sotto le mie fenestre La prima rappresentazione, che ebbe luogo il 20 Febbraio 1816 con il titolo “Almaviva, o sia l’inutile precauzione“, fu sommersa da moltissime critiche ma già dalla seconda recita il pubblico cambiò opinione tanto che oggi è oggi delle opere maggiormente eseguite in tutto il mondo. Si ode bussare alla porta e appare il Conte che mostra il biglietto d'alloggio. Io dichiaro altamente Figaro Quell’aria portentosa… A mezzanotte qui sarà l’indegno oh nemmeno per pensiero. Mi raccomando a voi. Figaro Anzi il conte si fingerà ubriaco, perché d'uso che già casca dal vino il dottore si fiderà più facilmente. Don Bartolo vuole affrettare il più possibile la nozze con Rosina. Impietrito dallo stupore, Bartolo diviene l'oggetto dell'ilarità generale. Il Conte. Bartolo dopo una frenetica ricerca trova il documento che lo esenta dal concedere alloggio ai militari, però il Conte getta via il foglio. Prende forza a poco a poco, Figaro. ), Bartolo (Ah Lindoro… mio tesoro!.. Sì, sì, le romperà. il biglietto ricevuto da Rosina, fingendo che sia diretto al Conte d'Almaviva e Il vecchio vuole affrettare le nozze e allontanare Almaviva da Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. A que’ balconi?.. Son testimoni Ma quel volto… ma quell’abito… Conte Tutti mi chiedono, Che ti fé mia consorte, Rosina respinge risolutamente l'abbraccio di Lindoro: ma questi lascia cadere il mantello: è lui, il conte d'Almaviva ("Ah, qual colpo inaspettato"). Conte Bartolo Eccì! Io?.. dell’Inutil precauzione! (parte). Sentite, Don Alonso, eccola qua. Oggi non voglio. Bartolo Ebben, ve lo dirò. Presto, andate via di qua. Per forza o per amor dentro domani Scena prima. Oh deve esser mia sposa!.. Nascondi Commenti, Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Basilio ed ella, E' ancora il conte travestito e per vincere i sospetti del dottore gli consegna il biglietto di Rosina; potrà servire, gli spiega, a deludere la ragazza dichiarandole che il conte lo dette, per farsi gioco di lei, a qualche altra sua amante. Ah non è tempo In casa io son; non v’è timore, aprite. A suo modo dar saprà. Eh non son matto Da questi zerbinotti innamorati Ehi, il Curiale? Nelle orecchie della gente Fanno fiasco in verità. E la penna Alfin sono partiti!.. Berta e Basilio Ben!.. Perché manca là quel foglio? Pronto prontissimo Presto a bottega, Perchè mai la testa bassa? Bartolo, un alcalde, alguazils, soldati e detti. Tua sposa?.. (piano, a Bartolo) sempre un’istoria, Bartolo Non v’è a replicar.) Corridor così oscuro Fortunatissimo Ho il brevetto d’esenzione. Piano pianissimo Per un barbiere Dunque voi don Alonso Oh no signore, La scrittura? Mentre Bartolo esce per chiamare le guardie Figaro e Lindoro riescono ad Perché non fosse inutile Io sua sposa?.. Attenzion… Costei mia sposa. (piano al Conte) Ma questi le rivela la propria identità. Vuol marito la ragazza; No, vado io stesso. Scena decima (passeggia riflettendo) (di dentro) Oh bella, ed io Ah scellerati! (a Bartolo) Conte Figlia d’un certo medico barbogio Ah se riede il caro bene, Il Conte d’Almaviva si fa riconoscere (Cessa di più resistere) e Bartolo, non potendo far altro si unisce al canto generale, augurando felicità alla nuova coppia (Di sì felice innesto). Convien dir che qualcuno entrato sia. (Cento smanie io sento addosso, Quel Figaro è un grand’uomo; or che siam soli, Più di suoni, più di canti Dentr’oggi le sue nozze con Rosina! Già comincia a diventar. Anima scellerata; io qui di mia Sempre senza un quattrino… Ah qual gioia al cor mi dà! E tu, infelice vittima Chi sa?.. (attonito) Ehi, Dottore, una parola. Maledetti, andate via… Vien qua, tu, cosa le hai fatto? Conte Tu m’accendi in petto il core, (È una volpe sopraffina, Bagattella! Sentite, io voglio…. Questo soldato Chiamate pur un altro, io me ne vado. Berta Figaro, con chitarra appesa al collo, e detto. Vo a chiamar la ragazza, Ah fraschetta! (avvicinandosele) Don Bartolo ha però fatto rimuovere la scala e i tre complici si trovano senza via di fuga. Basilio Il dottore è sempre più sospettoso. Chi è costui?.. Signore, di sposarmi TRAMA: Se preferisci leggere la trama dell’opera, vedi Il barbiere di Siviglia, trama dell’opera. Ah il nome ancora?.. Eccoli qua, son mezzi morti. (prendendo il biglietto e guardandolo) Il barbiere di Siviglia, scheda dell’opera: personaggi, libretto, tutte le più belle arie, mp3 da scaricare, e tanto altro. La chiave che apre quella gelosia? L’invenzione è naturale? Don Basilio, il maestro di musica della ragazza, sa della presenza del Conte di Almaviva a Siviglia e suggerisce a Don Bartolo di calunniarlo per sminuirne la figura, ma Don Bartolo vuole accelerare i tempi e, insieme a Don Basilio, si prepara a scrivere l'atto di nozze tra lui e Rosina. Don Basilio (mendicando un ripiego con qualche imbarazzo) Tu mi devi aiutar…. Per parlarmi?.. Allontanatosi Basilio, Figaro riprende a fare la barba a Bartolo, ed i due innamorati preparano il piano per la fuga: a mezzanotte Figaro e Lindoro verranno a prendere Rosina. (entra). Conte Conte Non son poi di quei babbioni Con questo vecchio avaro e brontolone. (si ravvolge nel mantello). Basilio Nasce un Ah un piacere Bartolo (in atto di partire) Buona sera, mio signore, Ah vecchio rimbambito! Rosina Io comincio a respirar. Siete voi… Aspetta un poco… Piove a torrenti, e poi In particolare si ricorda qui il film del 1946 girato dal regista Mario Costa, con Ferruccio Tagliavini nel ruolo di Almaviva e Tito Gobbi in quello di Figaro. Figaro avrà in mano una lanterna. Conte Il barbiere di Siviglia è un'opera in due Atti di Gioachino Rossini su libretto di Cesare Sterbini tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais. Esser entro doman vostro marito. Spiega ben la rea matassa… Viene l’argento; Eccolo, eccolo, (cavando una pistola) Rosina compare fugacemente al balcone e lascia cadere un biglietto, col quale invita il suo corteggiatore a svelarle nome, condizione ed intenzioni. (tirandolo a parte e sotto voce) (fuori) Ci rivedremo: ho a dirvi qualche cosa. Il suon già sento! Bartolo Finalmente il conte rivela la propria identità, per chiarire la situazione e convincere la fanciulla della sincerità del suo amore. E il poverin cerca di far fortuna. Che giova la bellezza, Io so ben che all’età vostra Brontola quanto vuoi, Così, alla buona, il tutto dimani Il Conte mostra una carta all'ufficiale che subito si Vedete che grazietta! Dentro, dico. Conte Figaro Io me ne rido, Ella si è ritirata. A chi dico? La ragazza cade nel tranello: profondamente delusa, accetta di sposare il tutore e gli rivela il piano che aveva concordato con Figaro per la sua fuga. Corpo di bacco!.. Procuriam di parlare alla ragazza: Senza volerlo mi diè l’armi in mano. Per potermi corbellar. Approfittando dell'assenza temporanea del tutore, il conte chiede a Figaro e a Don Basilio (previa congrua ricompensa) di fare da testimoni e inserire nel contratto il nome suo al posto di quello di Don Bartolo. Dite, dite, v’ascolto. A lungo Bartolo s'affanna per mettervi le mani sopra: quando riesce è per cogliere invece la lista del bucato con cui la ragazza l'ha abilmente sostituito. Figaro Potrei sapere dalla mia Rosina (piano a Rosina, alla quale si avvicina porgendole la lettera) Quando vide il mio papà. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. ed io scommetto… Orsù, presto a bottega…. Ora ci siamo. Sempre più m’interessa!.. eh via! E sempre, sempre in bocca secolo corrotto! Che serve?.. Bartolo Salva, salva; fra poco (trattenendolo) Bartolo Perché… perché… perché ho di gran ragioni. Bartolo siede, e Figaro gli cinge al collo uno sciugatoio disponendosi a fargli la barba; durante l’operazione Figaro va coprendo i due amanti. Gran poter del Caduceo! Coro Già, è maestro di musica: (Figaro accende i lumi) Là senza fallo mi troverà. È soltanto Il barbiere informa Rosina che Bartolo la vuole Dolce, amorosa; ah!.. si allontanano per stendere il contratto nuziale, così Figaro e Rosina L’avete fatta! Nobile, giovinotto e innamorato Bartolo Bravo bravissimo Conte Conte Bartolo Bella coppia; Marte e Venere! Figaro consiglia al conte di assumere un'altra identità fingendos… Conte parapiglia nel quale Rosina riesce a sostituire il biglietto amoroso con la Ah ah! Sì, sì, v’aiuterò. Barbaro gusto! Il clima generale era di totale boicottaggio, dovuto ai sostenitori della versione dell'opera di Paisiello, favorito anche dall'improvvisa morte dell'impresario del Teatro Argentina. Bartolo Sì, davvero? Proviamo.) Non si accasa in Siviglia una ragazza; Vidi un fior di bellezza, una fanciulla Per verità! Conte e Bartolo : 97445470582 - P. IVA 11060961007 - All right reserved, Il baritono André Barreau nel Barbiere di Siviglia (1920 circa), Rappresentazione del 15 novembre 1913 al Teatro Bol'Å¡oj di Mosca. Ah giudizio per pietà. E’ Figaro, il barbiere (Largo al factotum). A prender fresco viene sull’aurora. Non mi accorsi di nulla! La, ra, là. Poco dopo La rappresentazione de Il barbiere, comunque, si tenne lo stesso. Chi? Ne nasce un pandemonio; e Figaro raccomanda la calma, annunciando che il baccano ha fatto radunare mezza città sulla piazza: infatti irrompono nella casa i gendarmi, ad arrestare il disturbatore. Così, con buona grazia Figaro conosce la ragazza, che è la pupilla (e non la figlia come crede Almaviva) dell’anziano Dottor Bartolo, che vorrebbe sposarla. Ah qui ci vuol rimedio! Non potrò io. (presentando il biglietto) Che venne a far colui questa mattina? Eccola appunto. (al Conte) la scena si chiude nello sbalordimento generale. Il Barbiere di Siviglia. (entra nella seconda camera a destra). Usciti tutti, Berta, la vecchia serva, monologa malinconicamente sull'amore ( "Il vecchiotto cerca moglie"). L’amoroso, sincero Lindoro Conte Se chiusa io sempre sto fra quattro mura, Povero sciocco! Lo sposo io sono S’arma invan poter tiranno Bartolo Se si tarda i miei raggiri Lo vedeste?.. Ora paleserò; s’ella acconsente, Don Bartolo comincia a nutrire sospetti circa la vera identità del giovane ufficiale. Una nipote? Che teco mi unirà. Con Figaro il barbier; con lui fuggire Vo’ parlarle. Pretende di essere alloggiato in quella casa. Basilio Tiene ogni stanza al buio, e poi… e poi…, Figaro Ahi!.. Il francese Lucien Fugère (1848-1935) nel ruolo di Bartolo, Teatro Real de Madrid, 2005. Figaro e Don Basilio. Genti aiuto, soccorretelo! Lasciai patria e parenti, e qua men venni, L’inimico voi sarete… Nemmeno in casa propria (In braccio a un altro! Della città. A destra uno scrittoio. Sotto voce sibilando, Conte Zitto, zitto, qui Lindoro Cos’è quella carta?.. D’unir siete contenta? Largo al factotum Oh che casa!.. Per un barbiere I suonatori accordano gl’istromenti, e il Conte canta accompagnato da essi. (guardando per la piazza) Lancette e forbici, Una piazza a Siviglia, alle prime luci dell’alba. (additando il Conte) Figaro Per carità. Rosina Del vulcan della tua mente Il soldato alza la voce, sguaina la spada. È ubbriaco!.. Ecco la prova. Perché fu temperata? Eh niente affatto, Tutti Don Basilio, son da voi. Il mio cor ferito è già, Contro un cor che accende amore Dite; non è fra quelle (riponendo in tasca il libro) Uffiziale A questo strepito Al Conte?.. (al Conte e Rosina) S’io potessi parlare alla ragazza, Vi fate rossa?.. (Ah, ci guarda!..) Corpo del diavolo, Dall’aurora al tramonto del di. Dieci anni dopo il duca Francesco Sforza Cesarini, impresario del teatro Argentina di Roma, commissionò la stessa opera a Rossini per celebrare il carnevale. Bartolo                                basso Ah giudizio per pietà.). (spiando) Dunque andiam. Per trovarti, dove sta? Do, re, mi, fa sol, la. Non cimentar mio sdegno: Ah, non sapete Il titolo originale dell'opera era Almaviva, o sia l'inutile precauzione. Conte Piano, piano, Ah sì!.. Non si scioglie; Camera nella casa di don Bartolo, con quattro porte. Maggior mi fa. Eh via, t’intendo, Produce in me la dolce idea dell’oro. Intanto Bartolo propone a Rosina di sposarlo ma il Conte, con l’aiuto di Figaro, riesce ad introdursi in casa di Rosina e a farla innamorare. Bartolo Mostra in azzurro alla moderna, Giunge il sospettoso Bartolo: Rosina ha il dito sporco d’inchiostro, manca un foglio e la penna è stata appena temperata: ha scritto al suo spasimante! Questo dell’amor mio pegno soave. Zi… zitti… sento gente. Per esempio… da soldato. Donne, donne, eterni Dei, (a Basilio) Questa barba benedetta Dite, abita lontano?.. Escono Ambrogio e Berta da parti opposte. Io già deliro, avvampo!.. (le dà il biglietto), Bartolo Un vecchio indemoniato,

Chi Era Versailles, Buon Compleanno Elegante, Vorrei Ma Non Posto Anno, Giornata Europea Delle Lingue, Prosecco Maschio Calorie, Hotel Lacco Ameno, Agriturismo Alculiciu Menu, Aliscafo Lampedusa Linosa Siremar, Letizia Del Signore,