medusa con la testa di perseo luciano garbati

Partiamo dall’inizio allora: come nasce quest’opera e perché? Il fatto poi che la testa di Perseo abbia il volto dell’artista stesso, altro non è che una riproposizione di quanto già fatto da Caravaggio nel suo David. Luciano Garbati, Medusa, 2020 * Eviterò di narrare il mito di Medusa, l’orrida creatura maledetta che pietrifica gli uomini, sconfitta dall’eroe solare Perseo, decapitata dalla sua lama falcata. 40 anni da “Toro scatenato”, Tanti auguri Martin! Luciano Garbati ribalta il ruolo di Medusa attraverso l'opera Medusa With the Head of Perseus, espoendola davanti al tribunale di Weinstein, simbolo del #metoo. Anche in questo risiede la difficoltà di un approccio esoterico serio: la capacità di guardare oltre la propria morale e capire la mitologia per il messaggio che vuole trasmettere, smettendo di filtrare tutto esclusivamente attraverso la propria ottica; e al contempo operare un’attenta astrazione del simbolo da qualsiasi contesto per renderlo universale al punto da trasformarlo in un mezzo per comunicare idee altrettanto universali. Il Sole 24 ORE incoraggia i lettori al dibattito ed al libero scambio di opinioni sugli argomenti oggetto di discussione nei nostri articoli. “Io non ho mai pensato a questa scultura come un simbolo di vendetta e mi dispiace che venga colta in questo modo. Il Perseo del Cellini e del Canova alza la testa per mostrare la propria vittoria. Come abbiamo già scritto in un altro post comparso su Facebook, ci sono due versioni del mito di Medusa, che non è dunque ristretto alla sola storia in cui lei nasce umana e mortale, e per sua sfortuna bellissima, al punto da attrarre la gelosia di molte donne e il desiderio di Poseidone. Lo scultore italoargentino Luciano Garbati reinterpeta la mitologia alla luce di #metoo e presenta a New York la statua di Medusa con la tesa di Perseo. Medusa, si badi bene, non è Giuditta che decapita Oloferne. Ogni ulteriore diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. L’opera plastica che è stata esposta nel parco vicino al tribunale di New York, uno dei luoghi iconici del neofemminismo, si rifà, invertendone ogni simbolismo e significato, a quella che – a immodesto avviso di chi scrive – è la più bella scultura manierista di tutto il Rinascimento, che è il Perseo di Benvenuto Cellini, ancor oggi svettante in piazza della Signoria a Firenze. Dopo poco più di due anni dall'esplosione dello scandalo (ottobre 2017), i giudici hanno pronunciato la sentenza di condanna per stupro nei confronti dell'ex produttore. Dobbiamo riconoscere che Luciano Garbati ci è riuscito perfettamente. [1], "The Artist Behind a (Very Questionable) Nude Public Statue of Medusa as a Feminist Avenger Defends His Work", "The story behind the Medusa statue that has become the perfect avatar for women's rage", "Medusa con la cabeza de Perseo - Medusa holding Perseus' head. Invece la scuola viene sempre dopo…”. Ferita la mamma, è grave, Dpcm covid del 3 dicembre: lockdown, Natale, cene, feste e shopping. E a questo punto resta una cosa da chiedere: dato che la scelta dell’opera è stata criticata proprio in quanto prodotta da un maschio e rispecchiante la visione maschile della donna, cosa vorrebbe rispondere a chi condanna la conquista di questo spazio da parte di un uomo? La sfida per me era mostrare una Medusa che porta in sé i segni della propria tragedia, nello sguardo, nel corpo, nella gestualità” risponde l’artista. Ovvero: sull’ipocrisia di un certo mercato editoriale (ma per fortuna, i lettori non sono cretini come credono), Che fine hanno fatto i librai? Venticinque anni dalla tragedia del Parsifal, Novembre, il Trionfo della Morte. È l’unica cosa che so fare”. Il capo di Perseo nella mano, una spada nell’altra. Rileggendo il mito come descritto da Ovidio ho realizzato chiaramente come dal punto di vista di Medusa fosse una tragedia. l’opera si trova a Firenze. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Ma il ministro non dà... Speranza, Due donne sgozzate a 4 mesi di distanza: "Gianna e Daniela uccise dallo stesso killer", Covid, in Germania boom di nuovi casi e decessi. La versione più antica, che è quella di Nonno, Eschilo e Pausania, può comunque sembrare ingiusta, poiché dipinge una stirpe di creature orribili dalle sembianze di donna. È facile intuire come questa Medusa vittoriosa su Perseo sia stata vista come un simbolo delle conquiste del movimento #metoo, ma nei giorni della collocazione della statua a New York è stata accusata di non esserne all’altezza per varie ragioni: perché rappresenta una donna bianca, mentre il #metoo è partito dalla denuncia di una donna nera; perché Medusa è longilinea, bella e depilata, quindi asseconderebbe dei canoni di bellezza maschili; perché è stata realizzata da un uomo, semplicemente. Riteniamo però che sia importante analizzare i miti nella loro interezza e alla luce di tutta la loro evoluzione, sforzarsi di comprenderli su più livelli e non fermarsi a una visione superficiale che in qualche modo li mutila, eliminando quelle parti simbolicamente importanti per capire il significato di una figura, il suo ruolo e il senso del mito stesso nel quale compare. Il racconto di Heinrich Heine, “Ho ingoiato una quantità di pillole e mi sono ceduta beatamente alla vorticosa oscurità”. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. |. Tribunale: Per vivere felici, non fate figli”. Medusa with the Head of Perseus is a sculpture created by Luciano Garbati in 2008. Anche se non mi sono mai sentito un maschio trionfante, l’esito della scultura dal 2008 a oggi mi ha permesso di fare un certo percorso, di pormi alcune domande e capire alcuni problemi” osserva l’artista, aggiungendo poi: “Oggi so di essere privilegiato come maschio bianco, so di essere un prodotto della cultura patriarcale. Riprova. Mentre a Firenze, alcuni giorni or sono, attenti studiosi dell’opera pittorica leonardiana meglio nota come La battaglia di Anghiari, scoprono l’esistenza dell’acqua calda, ovvero che andare in cerca del perduto dipinto del Vinciano sia più o meno come vagare sulle tracce del Santo Graal, dell’Arca dell’Alleanza o dell’Araba Fenice; il mondo dell’arte non si ferma e continua la propria folle corsa tra le sfere di questa terra e sotto l’astro lunare. Quella statua famosa, di cui una replica in bronzo ora si trova al Collect Pond Park di New York. Meteo, le previsioni del weekend: aria polare, gelo e piogge torrenziali, ecco dove, Elisabetta Gregoraci e Dayane Mello, al Gf Vip lacrime durante il confronto, Lidl, le sneakers economiche vanno a ruba (e sul web vengono rivendute anche a 200 euro), Covid, Zaia presenta il nuovo tampone fai-da-te: «Costa 3 euro, risultati in pochi minuti», Coronavirus, i volontari del vaccino di Moderna: «Con la seconda dose sembra di morire», Incidente choc a Rovigo, muore bambino di 5 anni: gravissima la madre, Iva Zanicchi torna a casa dopo il ricovero per Covid: «Grazie ai medici, li abbiamo denigrati ma sono eroi», Scontro frontale tra due auto, morto un bambino di 5 anni. The statue depicts Medusa holding a sword and the head of Perseus, a role reversal of Greek legend.A bronze cast version is temporarily displayed in Collect Pond Park, Lower Manhattan.. Il maestro lo vedi, l’esempio lo senti”, Viaggio nel Nagorno Karabakh, il regno di Artsakh: un paese incantato che vogliono distruggere, Elfriede Jelinek: una scrittrice premio Nobel che ha poche cose interessanti da raccontare e si ostina a “leggere la realtà” a modo suo, “Avere una salda reputazione, non conosco sconfitta più penosa”. Intervista ad Alessandro Gori (aka Lo Sgargabonzi), “E certe immagini di quelle ore mi accompagneranno finché avrò vita”. Era il 2008 quando Luciano Garbati, artista italo-brasiliano, pubblicava sui social la sua statua di “Medusa con la testa di Perseo”. Ebru Timtik: l’inesistente giustizia turca e i suoi oppositori, “Like a Rolling Stone”: vita, morte e miracoli di una rivista, Super Hits Per Cuori (non) Infranti: intervista a Spaghetti Casanova, Le streghe di zemeckis, galeotta fu quella mano, ISTANTANEE SUL MONDO: La Bolivia del MAS, di Jeanine Añez e… Elon Musk, Come un’alba infranta di Gianni Scudieri: ricostruendo una nuova era, Tutti gli ingredienti per un bucato eco-friendly. Per fortuna, abbiamo il capolavoro di Benvenuto Cellini, Visualizza il profilo di pangeanews-2010143695887473 su Facebook, Visualizza il profilo di pangeanewsitaly su Twitter, Visualizza il profilo di pangeanews su Pinterest, Visualizza il profilo di 100466232395029882225 su Google+, Visualizza il profilo di pangeanews su Tumblr, Esegesi di Federico Moccia: lo scrittore che ha promosso il coattume scrivendo romanzi che sono il Nulla assoluto, Indimenticabile bastardo. Proprio per questo è necessario estraniarsi dalla società contemporanea, sospendere il giudizio. Critiche senza contraddittorio. E tanto basti. medusa de luciano garbati. Sulla prima traduzione dell’Odissea da parte di una donna in lingua inglese, Questo è il tempo della veglia incessante. The … Da esoteristi, poi, dovremmo leggere il mito della Gorgone – nello specifico di Medusa decapitata da Perseo – come un mito relativo all’Iniziazione dell’Eroe, che avviene attraverso il superamento di una prova impossibile costata la vita a molti altri mortali. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. “Se vogliamo cambiare questa società non c’è modo di farlo se non siamo assieme, se il percorso non viene fatto assieme. (Intorno a una nuova biografia, oceanica, che sfiora le mille pagine), “Daddy” Plath, quel bastardo nazista! Passeggiata in libreria con Robert Walser, In fondo, i premi sono tutti uguali. Forse la parità. Questa versione è riportata in modo dettagliato da Ovidio nelle sue Metamorfosi, e in forme meno complete anche da Esiodo e Apollodoro. Ascoltando la storia raccontata così, non posso fare a meno di pensare a una frase della scrittrice femminista Audre Lorde: “, Si possono dare letture psicanalitiche nell’arte, si fa continuamente. [2] He would later state that he was unaware of Medusa's status as a feminist icon at the time. Così, mentre al Mart di Rovereto si mette in scena, ancora una volta, il parallelo tra Michelangelo Merisi, ovvero Il Caravaggio, e lo scomparso poeta novecentesco Pier Paolo Pasolini, la scultura di Luciano Garbati raffigurante Medusa con in mano la testa di Perseo, suscita immediata un catafalco di polemiche, dibattiti e discussioni. Così anche la statua diventa simbolo e provocazione, di fronte al tribunale che ha giudicato Harvey Weinstein, il produttore cinematografico accusato di stupro e molestie sessuali da 105 donne. Davvero dunque dobbiamo rifiutare l’alleanza di qualcuno solo perché maschio? Infatti, nel mito greco, lei era una fanciulla del tempio di Atena. Da “Taxi Driver” a “Silence”, i 5 film più belli di Scorsese (e perdonateci se non abbiamo nominato tutti gli altri), L’arte della dissipazione sentimentale. Lo shop è in continuo aggiornamento! Su Cristina Campo, “Non lo sopporto. Le statue sono la concretizzazione delle idee, idee che cercano l’immortalità. Ecco perchè, Le parole che servono per raccontare il presente a bambini e adolescenti, Università, Antonella Polimeni è la nuova e prima rettrice della Sapienza, Usa, le sfide di Biden in un Paese in crisi, Perché guardare di più noi stessi e gli altri può farci sentire meno soli, Innovazione responsabile: quando la tecnologia incontra arte e creatività. [1] The original Medusa was sculpted in clay, then cast in resin with fibreglass reinforcements. Ma questa è solo la parte finale del mito. La potente solitudine del mostro che utilizza la debolezza dello sguardo maschile per annientarlo, o la volontà di un uomo di accompagnare il mostro a rendere visibile la tragedia per ritrovare la propria forza? I dati conferiti per postare un commento sono limitati al nome e all'indirizzo e-mail. Il poeta omaggia “Jackie” Kennedy, “Al Nord, di sicuro, finisce il cielo”. Due novembre. In an interview with Quartz, he drew the distinction between Cellini's Perseus and his Medusa; in the former Perseus is triumphant, while in the later Medusa is determined, and had acted in self defense. Per altro, a supporto di questa teoria – delle Gorgoni come antichissime maschere profilattiche – vi è proprio il significato del nome di. *In copertina: Caravaggio, “Scudo con testa di Medusa”, 1598, Arte Cellini Dalmazio Frau Luciano Garbati Medusa, Pangea I Novembre 18th, 2020, Pangea I Novembre 17th, 2020, […] Uno stralcio della sua cronaca è pubblicato sul sito Pangea…, […] voi stamattina, subito. In questa versione, esattamente come le sorelle Steno ed Euriale, non solo è immortale, ma nasce proprio “gorgone”, cioè è già in possesso di mani di bronzo, capelli di serpenti e ali dorate a lato del capo. Se riscontri difficoltà di qualsiasi genere, contattaci a info[@]nexusarcanum.it Molestie, Harvey Weinstein condannato a 23 anni di prigione. Dovrebbe esser noto a tutti, infatti ha avuto la fortuna di vedersi tramutato anche in film fantastici che però, sebbene soggetti ai riadattamenti del nostro tempo, mai avevano ostato stravolgerlo in maniera tanto grottesca e forse anche “diabolica” come fatto da Garbati. Cosa vorrà dirci Luciano Garbati con quest’opera? e P. IVA 06281151008, La Regina Elisabetta punisce Harvey Weinstein: «Che il suo nome venga cancellato», Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Ottobre 2020, 18:47, Colpo del secolo, ore contate per la banda dal colpo miliardario di Dresda, Melania, divorzio da Donald Trump e chiede 50 milioni di dollari, Covid, provocazione choc in Svizzera: «No alla terapia intensiva ai negazionisti e multe ai 'no mask'», Covid, le Regioni al Governo: "Abolite i 21 parametri di valutazione, meglio se restano solo 5 indicatori del contagio". Sui social, come al solito, si sono create due fazioni opposte. Lasciamo perdere. Lo scultore italoargentino Luciano Garbati ha spiegato alla stampa che la sua opera vuole essere un omaggio al coraggio di quelle donne e di tutte quelle che si oppongono alle violenze e all'omertà. Inoltre l’operazione di Garbati contiene un errore filologico non da poco, infatti se proprio doveva essere una “vendetta”, una riparazione di un torto, allora Medusa avrebbe dovuto uccidere il dio marino Poseidone, visto che è lui e non Perseo ad averla posseduta e stuprata. Ma soprattutto: monologhi. Un testo di Eugène Ionesco, Mi arriva una mail. Rileggendo il mito come descritto da Ovidio ho realizzato chiaramente come dal punto di vista di Medusa fosse una tragedia. Scatenare dibattiti? Una statua di Medusa con in mano la testa decapitata di Perseo è stata eretta a New York. Sul romanzo di Andrea Scanzi, noto personaggio televisivo, Enrico Vanzina, lo scrittore che ricorda “un po’ Chandler, un po’ Simenon”, anzi, no, pare Proust…, “Transparent” è il vero Grande Romanzo Americano del nuovo millennio. Il “Corriere della sera” è l’happy hour della letteratura italiana: ecco cosa lega Jovanotti, Veronesi, D’Orrico e la Ciabatti, Quando l’“imprevedibile e funambolico” Pupo pubblicò un romanzo. Ho dovuto imparare a trovare la pace anche di fronte all’odio”. Medusa con la cabeza de Perseo. Coronavirus in Italia, il bollettino di martedì 17 novembre: 32.191 casi e 731 morti, mai così tanti dal 3 aprile. Un progetto realizzato in collaborazione con NYC Parks, che sarà visibile fino al 30 aprile 2021. Gli esempi di Carlo Levi e John Steinbeck, “In questo remotissimo angolo del mondo…”. Il mostro che conosciamo, la donna che tramuta chiunque osi guardarla in pietra, la donna dalla chioma di serpi. Un’opera inutile quindi questa esposta al pubblico nella Grande Mela, destinata a essere presto dimenticata una volta trascorsa ogni polemica legata ai noti warholiani “quindici minuti di notorietà”, mentre resterà nei secoli a venire, avendone ben cinque alle proprie spalle, il Perseo fuso nel bronzo rovente di magia, con la furia e la passione vitale di un artista ineguagliato: Benvenuto Cellini. Dialogo con David Benatar, il guru degli antinatalisti, “Una marea buia di esseri umani scorreva per le strade della città” – hookii, RASSEGNA STAMPA DETTI E SCRITTI 6 NOVEMBRE 2020 - Detti e Scritti. P.I. Non mi resta che leggere Murakami, Lo scrittore & la morte. All medusa alter fero corpus noale oskurós vacuo angustia vasijo figura germinal testimonio ojos figurados busto de alfonsín The statue depicts Medusa holding a sword and the head of Perseus, a role reversal of Greek legend. La figura di Medusa è un simbolo. In verità mi sono a lungo domandato se non sarebbe stato meglio tacerne piuttosto che dare ulteriore luce a un’operazione che di artistico ha poco e nulla, ma che invece è ideologicamente orientata al pensiero femminista, postfemminista anzi, del Metoo, ma che in origine fa parte di una rilettura dei miti classici. Non è sbagliato – con la mentalità moderna – vedere nel mito una forma estrema di colpevolizzazione della vittima. Roma, Totti incontra i Friedkin: per l'ex capitano un nuovo ruolo in società? La sfida per me era mostrare una Medusa che porta in sé i segni della propria tragedia, nello sguardo, nel corpo, nella gestualità” risponde l’artista. E vi è inoltre una miriade di rappresentazioni di “teste di Gorgone”, che prendono il nome di gorgoneion, che anticamente erano poste come frontoni o antefisse nei templi. Qual è allora il messaggio davvero inclusivo? Con la sua statua infatti Garbati ha completamente ribaltato la mitologia antica. Tuttavia, non ha niente a che fare con il “body shaming” o l’insulto al genere femminile, anche perché nella mitologia greca va male un po’ a tutti, che siano belli, che siano brutti, che siano uomini o donne: i mitografi hanno una parola buona e un insulto ad hoc per chiunque (vedi Efesto che, nonostante sia un Olimpico, è continuamente cornuto e mazziato, e pure zoppo; oppure il Minotauro; oppure Tifeo, che oltre a essere orribile, è pure fra i nemici più temuti da Zeus). 2009. È l’opera che ha parlato loro”. [2] The sculpture stands just over 2 metres tall. Cosa vorrà dirci Luciano Garbati con quest’opera? Storia di una ex ortodossa, “A volte ci si cerca, ci si incontra… Tanto, alla fine, è sempre lei, quella vita bella e bastarda, a scompaginare i piani e a far cadere le maschere”, “Vent’anni fa esordii con un romanzo giallo, alchemico, che fu tradotto all’estero. L’opera è dell’artista argentino, di origini italiane, Luciano Garbati, e dalla sua collocazione è stata al centro di polemiche e durissimi giudizi che non hanno riguardato tanto la sua qualità artistica, quanto le letture simboliche che porta con sé. Si tratta di una statua in bronzo di Luciano Garbati che raffigura il mito capovolto, poiché in questo caso è Medusa a tenere in mano la testa dell’eroe greco, vittoriosa. [3][2], Garbati grew up in a small town near Florence, where Benvenuto Cellini's Perseus with the Head of Medusa is prominently displayed in the Loggia Lanzi of the Piazza della Signoria; he admired Cellini's work, and wanted to reverse the roles of the narrative. La potente solitudine del mostro che utilizza la debolezza dello sguardo maschile per annientarlo, o la volontà di un uomo di accompagnare il mostro a rendere visibile la tragedia per ritrovare la propria forza? Dostoevskij, il mito del criminale e la lettura di Musil, I contadini nell’arte e nella letteratura. Ma non è proprio questo il ruolo dell’arte? È roba dell’altro mondo. Battute a parte, il punto della mitologia greca è spiegare l’inspiegabile, ovvero la molteplicità di eventi, spesso paradossali e irrazionali, che colpiscono di continuo la vita dei mortali. Non la soddisfa il risarcimento, vuole altro. La tragedia del Titanic nei capolavori di De Gregori, Enzensberger, Thomas Hardy, “Fantasia senza giudizio. La Gorgone è un démone terribile e malvagio che ha in odio l’umanità e soltanto il suo campione, Perseo, figlio di Zeus e dI Danae, armato dell’adamantina harpe, difeso da uno scudo specchiante, munito di saldali alati, dell’elmo ctonio di Ade e di una sacca per portarne la testa recisa, la può sconfiggere. Nella rabbia iconoclasta che si è scagliata contro questa Medusa, Karen Attiah del Washington Post ha scritto che in realtà Atena non avrebbe punito Medusa trasformandola in un mostro, ma l’avrebbe potenziata (empower her) permettendole di non essere più stuprata. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Scuotere gli animi dormienti? La loro rappresentazione non si rintraccia soltanto nel mito, ma anche come maschere, pitture, rilievi, posti a protezione di templi e case private, in qualità di amuleti apotropaici – ovvero protettivi e capaci di scacciare il male (e, nel caso dei templi, di tenere lontani i profani perché non potessero violare i Misteri). Ci rendiamo conto che questo articolo può essere fraintendibile, perché potrebbe sembrare un tentativo di giustificazione di un mito che – siamo d’accordo – nella sua versione più moderna non trasmette un buon messaggio. Lei la testa la tiene da un lato, in basso, così come la spada. Si tratta di "Medusa con la testa di Perseo", opera d'arte dello scultore italoargentino Luciano Garbati, che ribalta la mitologia e, negli intenti, lancia un messaggio sociopolitico incendiario. è portato a contestualizzarlo nell’epoca in cui vive e leggerlo in base ai problemi che affronta, o a interpretarlo in funzione alle questioni sociali delle quali sente parte o testimone. Non si tratta dunque di una punizione e questa descrizione, la più arcaica, ritrae le Gorgoni come creature orribili, capaci di incutere profondo terrore. Lo sguardo però è determinato, intenso, stanco ma teso, e la stessa tensione si rileva nella muscolatura del corpo. Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra), Medusa che tiene in mano la testa decapitata di Perseo: ecco cosa mostra la. Quando mi è arrivato il contratto ho pensato: chi diavolo può leggere una cosa del genere?”, “È inutile affermare che John McEnroe è stato il più bravo di tutti, il più spettacolare, il più matto, nel senso più aulico del vocabolo”, Elogio di Francesco Pippo, cioè Pippo Franco, a suo modo un genio. Il Signor G. compie 50 anni: sia lode a Giorgio Gaber, “Combatterò per superare tutte le prove”. Scontentando un po' tutti Povera Medusa: prima violentata da Poseidone in uno dei templi di Atena, poi trasformata in mostro anguicrinito dalla stessa Dea, indignata dall’atto sessuale. È facile intuire come questa Medusa vittoriosa su Perseo sia stata vista come un simbolo delle conquiste del movimento #metoo, ma nei giorni della collocazione della statua a New York è stata accusata di non esserne all’altezza per varie ragioni: perché rappresenta una donna bianca, mentre il #metoo è partito dalla denuncia di una donna nera; perché Medusa è longilinea, bella e depilata, quindi asseconderebbe dei canoni di bellezza maschili; perché è stata realizzata da un uomo, semplicemente. ha scritto che in realtà Atena non avrebbe punito Medusa trasformandola in un mostro, ma l’avrebbe potenziata (empower her) permettendole di non essere più stuprata. Per analogia, come ciò che è orribile per l’uomo lo spaventa e lo tiene lontano, allo stesso modo l’orrore terrà lontano anche il male e gli Spiriti. Elogio di Ferruccio Benzoni, il poeta di confine, ultimo baluardo alla malinconia, “Noi abbiamo paura gli uni degli altri, viviamo nell’epoca della collera, siamo degli scuoiati vivi”. La caduta dall'Olimpo di Weinstein, una sorta di semidivinità intoccabile per decenni nel mondo cinematografico statunitense, è dovuta al coraggio delle donne che hanno dato vita al movimento MeToo, alle donne che dopo i soprusi e gli abusi hanno deciso di parlare e denunciare ciò che accadeva dietro le quinte dello showbusiness. Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà  pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. E volevo invitarvi a leggere le…, […] FONTE: http://www.pangea.news/philip-dick-trilogia-valis/ […], La prima rassegna stampa delle più belle pagine culturali del pianeta, Posted on Ottobre 21, 2020, 12:44 pm. È il segno della volontà di non continuare la lotta, mentre nello sguardo c’è sempre la determinazione di salvare e difendere la propria vita. Lo sciamanesimo e lo sciamano: un’analisi antropologica, Medusa: una ricontestualizzazione del mito. “Io non ho mai pensato a questa scultura come un simbolo di vendetta e mi dispiace che venga colta in questo modo. Tutta la storia inizia con Medusa violentata da Poseidone all’interno del tempio di Atena. La statua realizzata da Benvenuto Cellini, raffigura Perseo con la testa mozzata di Medusa. Obra de 2008 de 2.10 metros de altura. Una statua di Medusa, ma questa volta è lei a reggere la testa mozzata di Perseo. Era il 2008 quando Luciano Garbati, artista italo-brasiliano, pubblicava sui social la sua statua di “Medusa con la testa di Perseo”. Medusa simbolo del Metoo? Non si può fare a meno di notare che le fattezze di Perseo sono le stesse di Garbati. Si tratta di "Medusa con la testa di Perseo", opera d'arte dello scultore italoargentino Luciano Garbati, che ribalta la mitologia e, negli intenti, lancia un messaggio sociopolitico incendiario. The statue depicts Medusa holding a sword and the head of Perseus, a role reversal of Greek legend. Ciò che spesso non viene raccontato è lo straziante inizio, che riscrive la figura di Medusa, una splendida fanciulla, stuprata dal dio del mare, Poseidone, in un tempio sacro di Atena. Nei mesi scorsi la commissione di NYC Art in the Park aveva approvato l’installazione di una statua realizzata dal quarantacinquenne artista italo-argentino Luciano Garbati. Sentivo di voler mettere a fuoco il personaggio di Medusa. Una statua di Medusa, ma questa volta è lei a reggere la testa mozzata di Perseo. Gianluca Barbera dialoga con Massimo Maugeri, l’ideatore di “Letteratitudine”, “A me la vita è male. è un magazine di informazione culturale online che rompe con il solito modo di fare notizia: non più articoli impersonali incapaci di suscitare emozioni in chi legge. Medusa with the Head of Perseus is a sculpture created by Luciano Garbati in 2008. “. Sull’ultimo, liberatorio romanzo di Francesca Mazzucato, Omero sessista? Giuseppe Berto, uno scrittore nel vortice della contestazione, Osannatori, recensori, lacchè (ed extraterrestri). L’arte offre la possibilità di trascendere i propri limiti, la propria identità”. Proporre una visione del mondo da una prospettiva nuova? E infatti è lo stesso Garbati a parlarne, quando gli pongo la domanda successiva. Vedi anche Ebru Timtik: l’inesistente giustizia turca e i suoi oppositori, Testata Giornalistica Registrata presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione n°18 1009/2018. Dunque questa scultura si rivela non esser altro che una sterile ripetizione divenuta un motivo ricorrente che ottiene soltanto di continuare ad alimentare la polemica del Metoo sempre più noiosa e stantia, in quanto iterativamente monocorde, e nel disperato tentativo di mantenerla in vita, si ricorre allora al recuperare le grandi opere d’arte del passato, i miti arcani e ancestrali della nostra Cultura occidentale per deviarli, piegandoli a un pensiero intriso d’ideologia politicamente corretta e di nient’altro. È qui la tensione tragica, non tanto nella vendetta” commenta Garbati. [4], A photograph of Medusa, captioned "Be grateful we only want equality and not payback", went viral on social media in 2018. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. È un capovolgimento del mito, come si è detto, in un’ottica vendicativa? [5] This image was seen by New York photographer Bek Andersen, who quickly got into contact with an anonymous patron of the arts. Per questo ho pensato subito di capovolgere la storia, ma non solo mostrando una Medusa che salva la propria vita dopo la lotta con Perseo e trionfa sull’eroe. Del poeta non sappiamo mai abbastanza: è un fantasma, e cammina tra di noi”, “Una fiamma eterna del suo inferno”. “Tutto il resto è un attimo pietrificato del tempo, un fotogramma, un’istantanea su un pubblico distratto, attonito, percorso da un’immemore melanconia”, “Si è addentrata nell’orrore più solenne”. Resta il fatto che va distinto, da un certo momento in poi, il cammino autonomo dell’opera rispetto alle intenzioni dell’autore. Nella rabbia iconoclasta che si è scagliata contro questa Medusa. Nulla di nuovo né di originale dunque. In un impeto filologico c’è chi ha voluto far notare che per rappresentare il #metoo Medusa avrebbe dovuto decapitare il suo stupratore Poseidone, non Perseo. Insomma, tante domande senza risposta. Sculpture by Luciano Garbati, 92 inches", "Why a New Statue of Medusa Is So Controversial", "What the People Behind NYC's Polarizing New Medusa Statue Want You to Know About It", "263 Bowery Pop-up Installation, November 2018- Jan 2019", "Across From the New York County Criminal Court, a Public Statue Reimagines the Myth of Medusa", "How a Medusa Sculpture From a Decade Ago Became #MeToo Art", https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Medusa_with_the_Head_of_Perseus&oldid=983905177, Creative Commons Attribution-ShareAlike License, This page was last edited on 16 October 2020, at 23:29.

Vincenzo Catania Marito Di Rossella Izzo, Nati 18 Dicembre Segno Zodiacale, Guido Significato Del Nome, Eclissi Lunare 5 Luglio 2020, Nati Il 18 Agosto Segno, Manon Delle Sorgenti Film Del 1952, Nati Il 29 Febbraio Carta D'identità,