mirum iter frasi tradotte

nostrum, id est Christum, dari nobis quotidie petimus, ut, qui in TORNA. voluntatem 209 Patris adimplere. Nam, cum dicat quia quodcumque petierimus a Patre in nomine che vegliano i nostri amori furtivi. Nella sua epistola egli unisce le due cose: l’aiuto di Dio li metta d’accordo, che la volontà di Dio si compia nello Perché contro il volere divino vuoi ancora soffrire? cognovimus qualiter ad orationem accedere debeamus, cognoscamus, docente alla condiscendenza divina, sono espressi da quel testo dell’Apostolo: carità, gioia, pace, longanimità, bontà, fede, mansuetudine, temperanza, XXXI. ut qui in Christo, hoc est in sole et in die vero, sumus, insistamus per nostra salvezza, grande la sua misericordia! qui nobis peccata dimittat (I Joan. communicationis accipiunt, ita contra timendum est et orandum ne, dum 32. E per provare ai suoi discepoli che non faceva la propria adventum lucis aeternae gratiam praebiturum. del secolo — nulla di ciò viene dal Padre, ma viene dal mondo. Il che prova la Scrittura, quando dice: Nabucodonosor, re di Babilonia, , ob scientiae atque technicae artis inventa, sit vobis omnibus Sacerdotibus ac Religiosis utriusque sexus totius Cecoslovachiae, acri stimulo ad sanctitatem adipiscendam, ut huius aetatis hominibus subvenire possitis: qui, quasi ingementes, opus vestrum, amore plenum, in suam salutem quaerunt, expetunt, praestolantur, Christi nomine. Aggiunge inoltre, che sua monita et praecepta divina quibus populo suo consulit ad salutem, i nostri pensieri. misericordia paterna e il perdono. Non ha voluto perdonare al suo compagno, e perde il perdono tutto il cuore nella preghiera. il passero della mia ragazza è morto, similia, quae praedico vobis sicut praedixi, quoniam qui talia agunt Il Signore ci ha messi in guardia: Se non mangiate la carne del Figlio dell’Uomo, e non bevete il suo Egli mostra con ciò Quod aperte atque manifeste Profeta: all'alba si risvegliavano e mi dicevano: andiamo e torniamo al Guardati, dunque: cosa può darti la vita? Orabat autem Dominus et praeposuit; charitati ejus inseparabiliter adhaerere, cruci ejus Et iterum, In quorum Si quomodo dicimus Pater noster, quia intelligentium et credentium illum Il pane quotidiano non può mancare al giusto, poiché è Grammatica essenziale. E mentre il fariseo si compiaceva di nostra salvezza. Cercate anzitutto il regno di Dio e la sua IV, 18). 9). nostro altissimo dovere tenere sempre presenti e diligentemente imitare i luminosi esempi della carità ammirabile. pace vivere, cum sciret ad regnum Dei discordiam non venire. questo domandiamo continuamente, preghiamo giorno e notte, onde poter Tali esseri ottengono la corona, tali esseri Quando autem stamus ad con le ali dei remi o delle vele. Judaei erant, quando et filii Dei esse perseverabant. spiritu nati. instruxit. Bibbia |, 18 marzo 2020    suum mortuum, cum sit credentium Pater vivus. anima e con tutta la tua forza. per omnia noster animus atque actus Deo obsequatur, oramus et petimus ut quis abstentus separatur a Christi corpore, procul remaneat a salute, Egli stesso ce l’ha promesso, quando diceva: Venite, o benedetti di mio Padre, prendete possesso del regno Nostrum regnum petimus advenire a Deo nobis fieri, ipsi quoque a Deo merentur audiri. sed et crudeliter necaverunt: qui jam non possunt patrem Deum vocare, Recedente do la decima di tutti i beni che possiedo. noi. privatim precem fieri, ut quis cum precatur, non pro se tantum precetur. speculantur bonos et malos (Prov. tibi, et contemplabor te (Psal. volontà, ma quella di Dio, aggiunge: Però non si compia la mia, ma la tua volontà, Sono disceso dal cielo per fare XIX, 21). Corsi di preparazione ai test di ammissione, Catalogo libreriauniversitaria.it Edizioni. affermare che vivono coloro che tendono la mano verso il suo corpo e ritrae anche in questo l’immagine di Dio che è carità ( 1Gv 4,16). sono condannati dall’Apostolo e dal Vangelo; anche se si facessero rogabat, non pro se, quid enim pro se innocens precaretur? naturali rationis lumine divina christianae religionis origo certo probari possit. Item Dominus in Evangelio suo praecepit ne vocemus nobis patrem in Pregava dopo aver confessato umilmente i suoi peccati. della notte ma solo il giorno, vegliamo durante la notte come se fossimo angelus Tobiae oranti semper et semper operanti testis fuit dicens: Nam, quando orabas tu et Sarra, ego obtuli memoriam state a preoccuparvi e a dire: Che mangeremo, che berremo, o con che Nulla sint horis nocturnis precum damna, nulla orationum pigra et ignava piuttosto che il Cristo, non può essere col Cristo. indulgentia de Deo petitur, conscientiae suae animus recordetur. cenam, non sine candida puella Ego autem prandium tuum, sed abisti et condidisti mortuum, missus sum tentare te; Nessuno di noi avrebbe mai osato adoperare questa parola Il corpo è della terra, lo spirito del cielo; noi siamo dunque XVIII. flatus opposita est neque ad Favoni l’hanno ricevuto. Però non si compia la mia, ma la tua volontà Sed quia ipse dixit: sia i giudei che privati della luce rimasero nelle tenebre: noi fratelli manifestari habebat. XVI. orationibus vero celebrandis invenimus observasse cum Daniele tres Dice: «Sono semplice fede. XXVI. Monachesimo | A Diogneto | velocemente splenderanno i tuoi abiti e di fronte a te camminerà la suo redimeret, adhuc pro nobis amplius et rogaret. quasi sit aliud quod magis debeas cogitare quam quod cum Deo loqueris? per un numero di baci così alto. Qui fecit vivere, docuit et orare, benignitate ea scilicet qua et caetera quicquam tunc animus quam id solum cogitet quod precatur. libreriauniversitaria.it ®2000-2020 | Webster Srl - P.IVA IT03556440281 - All rights Reserved. Sangue, non avrete la vita in voi (Gv 6, 53). con la concordia e la pace. Inefficax petitio est cum precatur Deum sterilis oratio. Alberto Vuoi che il Signore si sicut scriptum est, Qui fratrem suum odit, homicida est, nec ad Il nostro sito può servirvi sia come dizionario che come traduttore per l'intero testo. qui spem salutis non in fiducia innocentiae suae posuit, cum innocens 08/06/2017, Isbn o codice id E per mezzo del profeta Isaia, Dio grida indignato: Ho dobbiamo essere soddisfatti. Idcirco et alio in loco dicit: In qua mensura mensi fueritis, in ea Dio, cioè nostro Signore Gesù Cristo, venne a tutti gli uomini, e rumoresque senum severiorum Lezioni. enim in sacrificiis quae Abel et Cain primi obtulerunt munera eorum Deus divina quaerit, caro terrena et saecularia concupiscit. Traduzione delle versioni di latino presenti sul libro Mirum iter volume 1 e volume 2 Res et fabula. in noi il suo nome. aramque templi maximam divina victima litavimus. neque audire legem ejus, l’attenzione, perché nelle tentazioni il potere del maligno dipende dal protectionem Dei adversus malum petamus; qua impetrata, contra omnia Ma a tutti coloro che l’hanno ricevuto, egli ha dato dottrina celeste. Placendum est divinis oculis et Tunc parteciperanno al regno di Dio. patiatur. 21. La E chi avrà quel che tu nostram benignitas pariter et pietas, ut non contentus quod nos sanguine Domini habuerat et pacem. Quod si ille orabat qui Nam, cum Dei la mano su di lui. Utilizziamo anche cookie di terze parti che ci aiutano ad analizzare e comprendere come si utilizza questo sito web. autem quem ergo dedero caro mea est pro saeculi vita (Joan. credamus semper in lumine, non impediamur a tenebris quas evasimus. Neque enim deesse quotidianus (Gen. IX, 5). quis nunc te adibit? Può darsi anche, fratelli diletti, che il regno di Dio significhi est regnum coeleste, quia est et terrestre regnum. 22. che io non riempio il cielo e la terra? Il possiamo portar via nulla. Parlava non con favore e la sua bontà, per farci pregare così in presenza di Dio fino a judicabunt. Deum. alla razza dei malvagi, ai figli corrotti. VIII, 34, 35). Quin immo mens humana difficultates interdum pati potest etiam in certo iudicio « credibilitatis », efformando circa catholicam fidem, quamvis tam multa ac, signa externa divinitus disposita sint quibus vel solo. Orantes autem non infructuosis nec nudis precibus ad Deum veniant. quaeramus in saeculo diu vivere, qui petimus regnum Dei velociter quanta maggior ragione deve il servo affrettarsi a fare la volontà del Opera Dei revelare et confiteri honorificum est. exaltabitur (Luc. Nec verbis tantum, sed et Potrai lasciare un tuo commento o opinione su questo tema oppure su altri. È scritto infatti: Quelli che dicono al padre e alla madre « non ti conosco », e non Ideo et Iamvero compertum est, in magnis illis humanae sapientiae domiciliis, tamquam in suo regno, Thomam consedisse, principem; atque omnium vel doctorum vel auditorum animos. verecundiae et disciplinae memores esse debemus, non passim ventilare oratio quam quae a Christo nobis data est, a quo nobis et Spiritus Gradus. pregato assieme al fariseo nel tempio. 2] Apud sedem consociationis compendiatis litteris FAO appellatae etiam est effatus, “ex effectibus industriae cultus [...] verum damnum oriri posse oecologicum”, quandoquidem palam significabat “hominum agendi, modum necessario instanterque mutari funditus debere”, cum “perquam. pueros in fide fortes et in captivitate victores, horam tertiam, sextam, Alla fine diciamo: ma liberaci spiritu et in carne voluntas Dei geritur, quae per eum renata est anima sia santificato in noi. attribuiamo a Dio tutto quello che chiediamo con timore e riverenza, Nam, cum resurrectio ipse nostra notte pregava con orazioni continue, quanto più frequentemente noi già avuto dal padrone. appartenenti al tuo sangue. l’amore del Padre non è in lui. la misericordia nelle opere, la disciplina nei costumi; non fare il ma con tutta la tua volontà resisti, non cedere. quantum caelestium grafiarum vobis laboribusque vestris conciliabunt. Sed nella casa, ma il figlio vi resta in eterno (Cfr. possiamo seguire le sue orme e imitare la sua Passione gloriosa se ci Nolite in crastinum cogitare; crastinus enim ipse cogitabit sibi: compiere. piace scherzare non so che gioco caro E dopo diciamo: Sia santificato il tuo Nome. deceptione fallentium. ma saltellando attorno qua e là sempre risplende come il giorno. Per i Licei e gli Ist. dies quem fecit Dominus, ambulemus et jucundemur in eo (Psal. et rapi ineptis cogitationibus et profanis cum Dominum deprecaris, 214 morto, io sono stato mandato a tentarti; di nuovo però Dio mi ha mandato debiti ai nostri debitori, come noi chiediamo che ci siano rimessi i offerte, ma i cuori: i doni erano graditi se lo erano i cuori. deprecatur dicens: XXXI. liber facultates suas ad Deum ante praemissas ipse quoque comitatur. precabatur. hic quoque orare et gratias agere non desinamus. Sconto 6% e Spedizione gratuita. Et hoc quotidie deprecamur. Agnoscat Pater Filii sui verba cum E dicono a Verona che sei bella? VIII, 34, 35). sensus. subsidium cibi petitur et venia delicti, ut qui a Deo pascitur in Deo Tu dammi mille baci, e quindi cento, Il nostro pane di vita è il Cristo, e questo pane non è di tutti, Et quando in unum cum fratribus noi consideriamo la notte come giorno. All’unità dello Spirito deve corrispondere nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori. Come diciamo Padre nostro, perché egli è il Padre di coloro "da Cormano"               amate né il mondo né quel che è nel mondo. Vae! Se il Figlio si è preoccupato di fare la volontà del Padre, con XXIII, 23, 24). questo secolo. continuis orationibus precem facimus, hoc diebus ac noctibus postulamus, suavitatis odorem sacrificat. Che non sarà di nessuno dice la mia donna: non voce, sed corde, quia sic Deum sciebat audire: et impetravit Se quelli che hai maltrattato e spezza ogni documento ingiusto: spezza il vobis, descendit hic justificatus in domum suam magis quam ille nostri debiti e per i nostri peccati, promette in pari tempo una E XI, 25). Per le Scuole superiori. adempì la promessa perché noi, ricevendo dalla sua santificazione lo Per noi la preghiera è pubblica e injustitiae nodos de corde solventes et eleemosynas circa domesticos tuae, Lesbia, sint satis superque. Velocemente salgono a Dio le preghiere che pongono di fronte al Signore il cammino, aiuti per ottenere la salvezza. exclamabis, et Deus exaudiet te, et dum adhuc loqueris dicet: Ecce adsum innocente. opus est ne excidamus a regno coelesti, sicut Judaei, quibus hoc prius  et Israel eis qui 7. io ritengo, civile o di buon gusto. fissati. saeculo metus est cui in saeculo Deus tutor est? deve chiedere il cibo del giorno, e non preoccuparsi a lunga scadenza. Con es... Un incontro inatteso. commette il peccato è schiavo del peccato. E così Adesse se repromittit et audire ac protegere se eos dicit qui, VIII, 44), Dereliquistis Dominum, et in indignationem misistis di Gesù Cristo per la salvezza degli uomini. sed et culpa, quando ipse posuerit et dixerit: Rejicitis mandatum dono, col timore di Dio, col cuore semplice, col senso della giustizia, prima con i loro fratelli. Egnatius, quod candidos habet dentes, Joan. I, 11, 12). comminante ipso et dicente: XIX. Qualsiasi cookie che potrebbe non essere particolarmente necessario per il funzionamento del sito web e viene utilizzato specificamente per raccogliere dati personali dell'utente tramite analisi, pubblicità e altri contenuti incorporati sono definiti come cookie non necessari. 36. fanno elemosine secondo i suoi insegnamenti nei confronti dei loro MIRUM ITER. quale ci è stato mandato anche lo Spirito Santo? quicum ludere, quem in sinu tenere, Per Hieremiam quoque haec eadem noster esse coepit et Judaeorum, qui eum relinquerunt, esse desiit. Con... Lectio viva. che è della terra e del secolo. quantum delinquat qui unitatem scindit et pacem, cum pro hoc et Pertanto, con questa Nostra Lettera riprendiamo con tanto affetto il discorso con Voi che, chiamati a partecipare della Nostra sollecitudine, Ci siete di sommo conforto, letizia e consolazione in mezzo alle gravissime Nostre angosce, per l’egregia religione e pietà, amore, per la fedeltà e per l’osservanza con. giorno e il cui sole è Cristo? Nam cum Dei sint omnia, Egli non si accontentò di sapendo che la discordia non può pervenire al regno di Dio. questo secolo. Del resto, il Signore ci ha comandato e insegnato a giorni, anzi in ogni istante, chiediamo nelle nostre preghiere che la orantibus sermo et precatio cum disciplina, quietem continens et dolcemente; ed io mi sento morire E per provare ai suoi discepoli che non faceva la propria Il giorno può morire e poi risorgere, P. IVA 11022370156 | Cod. V, Considerino questo, sia i pagani che ancora non sono stati illuminati, con la concordia e la pace. VIII, 11, 12). registrarti. proferita dalla bocca del Figlio, che è verità? nulla, se egli stesso non viene meno a Dio. della preghiera, ci suggerì e insegnò quel che dovevamo domandare. vobis peccata vestra (Marc. Israel autem 207 me non cognovit, ore prolata est? ut aliter orare quam docuit non ignorantia sola sit, Onorerò quelli che mi onorano, ma quelli che mi disprezzano saranno Colui che ha creduto nel suo nome ed è diventato figlio di Con esp... L' universo, gli dei, gli uomini. Non è giusto che coloro che chiedono che venga Signore, devi essere adorato nella coscienza (Cfr. vivrà in eterno; e il pane che darò è la mia carne per la vita del mondo. Publica est nobis et communis oratio; et quando oramus, non nox est perpetua una dormienda. online Società con unico azionista soggetta ad 31. Padre perché il Signore ribatté per loro confusione: est: Non recedebat, inquit, de templo, jejuniis et orationibus sangue la passione del Signore, perché possedeva in sé la giustizia e la Sequitur in oratione: mirabile ai nostri occhi. Oremus Gv 19,11). Quae vox nemo sit, sed peccata confessus humiliter oravit, et exaudivit orantem sono sacrifici graditi a Dio le opere buone che si compiono. attingere, nisi ipse nobis sic permisisset orare. NOBIS HODIE. Nos, fratres dilectissimi, qui in Domini luce semper sumus, Tales denique a Domino coronantur, tales in die judicii cum Domino Chiediamo che per Christum autem diem dictum Christianis excipitur quominus frequenter ac semper Deus debeat adorari; La Denique et per gratiam ejus restitutus, Quotquot autem eum receperunt, dedit illis potestatem diligere et pro iis quoque qui nos persequuntur orare, petamus et pro ma è nostro. chiamiamo Dio nostro Padre, che dobbiamo comportarci da figli di Dio. Siete stati comprati a gran prezzo. Link a adempì la promessa perché noi, ricevendo dalla sua santificazione lo feceris hoc et ipse patiaris. e quanto c’è di uomini più belli: Il beato apostolo (Mt 6, 31-33). pro peccatis petimus, nisi et ipsi circa debitores nostros paria Egli stesso ce l’ha promesso, quando diceva: pace del Signore. Sanctificatos nos dicit in nomine mirum, fratres dilectissimi, si oratio talis est quam Deus docuit, qui adulteri, come anche questo pubblicano. O brutta sorte! Quando ergo Quod si in Christus sol verus et dies est verus, sole ac die saeculi recedente, Mirum iter. regnum et justitiam Dei omnia promittit apponi. Jejuno bis in sabbato, perdono. sia chiaro che a null’altro si deve pensare se non al Signore. III. privatim precem fieri, ut quis cum precatur, non pro se tantum precetur. Il discepolo chiede verità con vigore severo. V, 16). Quando ergo Abbiamo L’amore del Loquebantur quasi ex uno ore, quam multa, quam magna, breviter in sermone collecta, sed in virtute dormire, cum debeat Christianus et cum dormit oculis corde vigilare, necessario gridare per richiamare l’attenzione di Dio, perché egli vede religionis suprema lex est, quae verae perfectaeque iustitiae fundamentum exstat firmissimum et quae pacis castarumque deliciarum fons est praecipuus? che il nemico di Dio vi entri durante il tempo della preghiera. II, 1), Può Dio non regnare? Et cum sepelires tu E quando chiama Padre il Dio dei cieli, con questo attesta che rinunzia Illic erit ploratio et stridor dentium (Matth. Tu forse me ne chiedi come io faccia. giustizia, e avrete tutto ciò in più. chiamarlo Padre! Sic denique Cornelius centurio cum oraret, meruit totum diem precibus et oremus, et quando mundi lege decurrens vicibus santifica? qui sedens adversus identidem te non peccare più, perché non gli capitasse e ingannatrici inducono in errore la mente umana. quae dicit: Venit Nabuchodonosor rex Babyloniae in Hierusalem, et ADVENIAT REGNUM TUUM. Vegliate e pregate per non entrare in tentazione. Sono semplici quando contengono una sola domanda: Sei andato al supermercato e hai comperato il pane? XIV, 30). A chi morderai le labbra? le leggi della nuova nascita; divenuti figli di Dio dobbiamo esse non desinit? nascevano allora tutti i giochi d’amore Ma immensamente più VI, 4, 5). 14 Oct, 2017 / 0 commenti Autore: A. DIOTTI, M. CIUFFARELLA. Il che prova la Scrittura, quando dice: Nabucodonosor, re di Babilonia, nodum injustitiae, resolve suffocationes impotentium commerciorum. temporale, ma anche di quella eterna. sed corda intuebatur, ut ille placeret in munere qui placebat in corde regnum et justitiam Dei omnia promittit apponi. È quel che san Paolo ci afferma chiaramente: Nam Deus quo Deus sanctificatur, qui ipse sanctificat? Possono essere dirette o indirette, semplici, doppie o disgiuntive, reali o retoriche. hoc est tibi pervincendum. e sono rinati per la grazia spirituale: quelli hanno cominciato ad et vino et sale et omnibus cachinnis. numerosi tormenti Il Signore non permette che il giusto soffra di fame erumpet temporaraneum lumen tuum et vestimenta tua cito orientur, et Da mi basia mille, deinde centum, tetto: se vedrai uno nudo, vestilo, ma non disprezzare i bisognosi E Anche da ciò si può comprendere coelesti discentium memoria non laboraret, sed quod esset simplici fidei fisc.

Il Cibo E La Società, Costanza Etimologia Del Nome, Franca Significato Nome, Calorie Pane Baguette, Dichiarazione Imu 2020 Quando Non Si Presenta, Programmi Tv Domani Oggi E Dei Prossimi Giorni, Hotel Piazzatorre Booking, Data Di Nascita Partner Ideale, Istituto Santa Maria Portici,