perseo con la testa di medusa storia

Share your thoughts, experiences and the tales behind the art. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. Dal corpo di Medusa escono infatti i serpenti, allusione alle proverbiali discordie cittadine che avevano da sempre minato una vera democrazia. Nell'antichità le statue in bronzo venivano normalmente realizzate assemblando parti fuse separatamente, saldando le parti con riporti in bronzo usando una tecnica detta brasatura forte. Nel frattempo, il poeta romantico Percy B. Shelley scrisse un tributo a Medusa attaccando il patriarcato che aveva trasformato la giovane in un simbolo di terrore. Nello specifico, Garbati si è occupato di reinterpretare la Medusa di Cellini, mettendo il suo autoritratto al posto della testa di Perseo. Victim blaming: quando la vittima diventa colpevole. La storia di una donna forte, violentata, demonizzata e poi uccisa sembra una vicenda tremendamente attuale, più che un antico mito. Il Cile va verso una nuova costituzione, “Il Grande Gatsby” di Fitzgerald: una caduca illusione, Polonia e il divieto di aborto: le proteste non si fermano, Margaret Rose Windsor: la storia di una principessa anticonformista, Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Perseus with the Head of Medusa is a bronze sculpture made by Benvenuto Cellini in the period 1545–1554. Perseo con la testa di Medusa - Buy this stock photo and explore similar images at Adobe Stock Con la mano guidata da Athena e guardandone il riflesso nello scudo per evitare di restare pietrificato, riuscì a decapitare Medusa. Medusa era una delle tre Gorgoni, l’unica mortale, e abitava con le sorelle in una caverna nel giardino delle Esperidi, vicino al regno dei morti. A Cellini fu commissionata una statua ispirata alla storia di Perseo, figlio di Poseidone inviato a uccidere Medusa, che rappresentasse il potere della famiglia Medici sul popolo fiorentino. Medusa, un tempo tanto bella da rivaleggiare con la bellissima dea Athena venne trasformata in un mostro con una maschera orribile. La depose in una borsa di pelle e montò su Pegaso raggiungendo in volo il paese degli Etiopi. La statua che si ammira oggi è quella originale ed è stata spostata solo in occasione di una profonda pulitura e restauro conclusosi nel 1998. Il Perseo è il più celebre di questi esperimenti. Luciano Garbati reinterpeta la mitologia classica alla luce di #meetoo e presenta a New York la statua di Medusa con la tesa di Perseo. Lo scudo o "rotella" dipinto dal Caravaggio, era invece stato posto in una sala della Galleria del Granduca, su di un manichino a cavallo vestito alla persiana, insieme ad altre armi da torneo o parata. Amante delle scienze, attivista e appassionata di scrittura. In principio era una splendida fanciulla che aveva sviluppato l’abilità di sedurre gli uomini con il solo sguardo, tanto da far invaghire di sé niente meno che il dio del mare, Poseidone. Anche la pop star Rihanna si mostra con le sembianze di Medusa in un servizio fotografico realizzato per il 25esimo anniversario della rivista “GQ”. La depose in una borsa di pelle e montò su Pegaso raggiungendo in volo il paese degli Etiopi. Studentessa di Chimica e Tecnologie Farmaceutiche all’Università degli Studi. Quick Description: Benvenuto Cellini’s 1545 bronze sculpture of Perseus with the head of Medusa on a square base with bronze relief panels is located in the Loggia dei Lanzi of the Piazza della Signoria in Florence, Italy. ... questa volta è Medusa a mostrare la testa di Perseo, che ha le fattezze dello stesso artista. Il possesso di un suo ricciolo, inoltre, poteva assicurare la vittoria sugli avversari. Scatto di qualche tempo fa #perseo #medusa #benvenutocellini #cellini #beheaded #myth #mitologia #testa … Fatto ritorno a Serifo, Perseo pietrificò anche Polidette e liberò sua madre Danae che era stata fatta schiava dal tiranno. La fusione del Perseo fu molto complessa e mise a dura prova il Cellini e i suoi assistenti. Dal collo reciso di Medusa uscirono allora l’eroe Crisone e il cavallo alato Pegaso, i due figli di Poseidone che si trovavano ancora nel suo grembo. ¡Yo apruebo! Nel suo manifesto del 1975, la studiosa e femminista Hélène Cixous sostiene che siano stati gli uomini a creare il mostro di Medusa, per paura del potere della seduzione femminile. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Il re di Serifo, Polidette, inviò Perseo ad uccidere Medusa, pensando in tal modo liberarsi di lui per poterne sposare la madre. I ribelli Giacobini, infatti, la scelsero come volto della libertà della patria, trasformando il suo status di demone nell’arma per sconfiggere l’establishment. in Philatelic Photographs. Fu relegata in un’isola oltre l’oceano, dove abitavano anche le altre Gorgoni. It is located in the Loggia dei Lanzi in the Piazza della Signoria in Florence, Italy.. Infatti la statua attualmente visibile è costituita di soli tre pezzi (o quattro, contando la spada); il corpo dell'eroe, il corpo della Medusa, su cui posa i piedi Perseo, e la testa della Medusa, che Cellini riferisce nella sua Vita di avere fuso come esperimento per il resto del gruppo[1]. Diversi artisti seguirono questa strada: nel 1598 Caravaggio dipinse lo scudo terrificante in cui ritrae Medusa nel momento della sua sconfitta, sperando nell’amicizia della famiglia Medici. Perseo si accostò al mostro, lo uccise pietrificandolo con la testa di Medusa e liberò Andromeda. Athena  ricorda la figura della madre della piccola vittima di abuso che per gelosia, subalternità e fascinazione nei confronti del potere patriarcale abusante, abbandona a se stessa la figlia vittima di abuso, condannandola ad una rabbia senza fine e contribuendo a farla diventare un mostro. Il piedistallo, rimosso nel XX secolo e sostituito con una copia, è un capolavoro in sé: nella finezza dei piccoli bronzetti rappresentanti divinità connesse al mito di Perseo si manifesta tutta l'abilità di Cellini orefice nel lavoro in piccola scala. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Sembra che ci fossero delle ragioni politiche dietro quest’opera. Graziana Minardo, siciliana trapiantata a Milano. Una volta raffreddata, la statua (che per le sue dimensioni e le braccia proiettate in alto e molto esternamente rispetto al tronco, era stata ritenuta impossibile da fondersi in un solo getto), risultò in gran parte ben fusa, pur richiedendo una lunga operazione di rinettatura; a detta del Cellini, si dovettero rifare a parte solo tre dita del piede destro su cui pesava tutta la fusione: in realtà tutto il piede destro e una notevole sezione dello stinco dovettero essere rigettate[2] e l'operazione che, minimizzando, Cellini chiama rinettatura durò dal dicembre 1549 all'aprile 1554, mese in cui la statua fu finalmente mostrata in piazza. Medusa con la testa di Perseo si trova davanti al tribunale in cui è stato processato per due anni – e condannato a 23 anni di carcere per stupro e violenza sessuale l’11 marzo 2020 – l’ex produttore cinematografico Harvey Weinstein. [3] In particolare la critica mette in evidenza quanto i due bozzetti conservati, uno in cera e uno in bronzo, entrambi al Museo nazionale del Bargello, siano superiori per plastica ed inventiva nella posa[4]. A parte l’iconica Uma Thurman che interpreta Medusa nel film della saga di Percy Jackson, Il Ladro di Fulmini, numerosi altri adattamenti cinematografici hanno avuto come protagonista la Gorgone dai capelli di serpente. Chi non conosce la famosa Medusa, capelli di serpenti e sguardo pietrificante? Perseo con la testa di Medusa è una scultura bronzea di Benvenuto Cellini, considerata un capolavoro della scultura manierista italiana, ed è una delle statue più famose di Piazza della Signoria a Firenze. Il mito, in conclusione, ancora oggi è in grado di fornirci un quadro quanto mai aberrante di ciò che succede alle vittime di violenza sessuale: demonizzate e colpevolizzate per aver subito  violenza sessuale vengono schiacciate dal potere patriarcale. ... ripreso dalla storia dell’arte nel motivo dell’eroe maschile con il trofeo femminile. Medusa è la rappresentazione, tutt’ora attuale, dell’impossibilità di considerare la vittima in quanto tale, nel tentativo di attribuirle la colpa e la responsabilità della violenza subita. Storia. La sua immagine è stata spesso utilizzata; Scheda sull'opera con immagini dei bozzetti, Vita di Benvenuto di Maestro Giovanni Cellini fiorentino, scritta, per lui medesimo, in Firenze, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Perseo_con_la_testa_di_Medusa&oldid=116084348, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, La statua del Perseo è raffigurata sulla copertina dell'album, Un particolare della statua del Perseo è raffigurato sulla copertina dell'album. Perseo portò con sé la testa di Medusa, che non aveva perso il suo potere di pietrificare con lo sguardo. Il suo sguardo aveva il potere di mutare in pietra chi lo avesse incrociato e quindi incuteva terrore sia nei Mortali sia negli Immortali. Non è difficile immaginare perché il manifesto di Cixous ebbe così tanta risonanza e successo. Una violenza che nel mito  la giovane subisce con la complicità di Athena, dea della sapienza e della saggezza, complice del potere patriarcale. Posted by: razalas. Mostrando la testa della Medusa, Perseo impietri anche Polidette, liberò la madre dalla schiavitù e con Danae e Andromeda se ne tornò ad Argo. Le tre Gorgoni erano figlie delle divinità marine, Forcide e Ceto ed erano bellissime. Il luogo dove, da piccolo, cominciai ad apprezzare l’Iliade, l’Odissea e l’Eneide; dove ho cominciato a respirare l’arte della Magna Grecia». Gli esempi in cui Medusa è rappresentata come una figura affascinante, piuttosto che come un mostro, sono davvero tantissimi. Il New York Times critica la rappresentazione, che accusa direttamente l’uccisore della Furia, ma non il suo violentatore. A partire dal Rinascimento, l’elemento mistico ha lasciato spazio a interpretazioni più spaventose. Narra la leggenda, che Medusa fu trasformata in mostro proprio da Athena, come punizione per aver giaciuto con (o per essere stata violentata da) Poseidone in uno dei suoi templi. Perseo portò con sé la testa di Medusa, che non aveva perso il suo potere di pietrificare con lo sguardo. Storia Esistono due versioni di Medusa ... Inoltre, in Piazza della Signoria era già esposta la celebre scultura in bronzo del Perseo con la testa di Medusa di Benvenuto Cellini. Sulla nuca della statua, in posizione estremamente defilata, è presente un dolente autoritratto di Cellini. Perseo con la testa di Medusa è una scultura bronzea di Benvenuto Cellini, considerata un capolavoro della scultura manierista italiana, ed è una delle statue più famose di Piazza della Signoria a Firenze. Privacy Policy(function (w,d) {var loader = function () {var s = d.createElement("script"), tag = d.getElementsByTagName("script")[0]; s.src="https://cdn.iubenda.com/iubenda.js"; tag.parentNode.insertBefore(s,tag);}; if(w.addEventListener){w.addEventListener("load", loader, false);}else if(w.attachEvent){w.attachEvent("onload", loader);}else{w.onload = loader;}})(window, document); Artemisia Gentileschi, una femminista nell’Italia del 1600. Ma fu la sua bellezza disarmante a diventare la principale fonte di ispirazione degli artisti. Direttamente collegata per tema alla vicina Giuditta e Oloferne di Donatello, in realtà si discosta profondamente dalla misura del primo Rinascimento abbracciando lo spiccato titanismo tipico del periodo detto manierismo, quando gli scultori imitavano le grandiose opere di Michelangelo. Quest’ultima era anche la più bella delle tre e fece innamorare Poseidone (Nettuno), dio del mare, che si incontrò con lei in un piccolo tempio dedicato ad Athena. Sul rapporto tra Athena e il potere patriarcale è molto significativo il fatto che nel mito la nascita di Athena venga rappresentata come capace di uscire già potente ed armata dalla testa di Giove, il padre degli dei. La statua di bronzo di Cellini, del 1554, ritrae Perseo trionfante, in piedi sul corpo di Medusa mentre ne mostra con fierezza la testa mozzata. Gianni Versace, famoso stilista italiano, affermò che non è un caso che il simbolo dell’azienda Versace sia Medusa, la figura della mitologia greca che aveva appunto il potere di pietrificare chiunque la guardasse. Ella la mise al centro del suo scudo e sulle proprie insegne, in modo che lo sguardo della Medusa, che non aveva perso il suo potere nella morte, pietrificasse i nemici che avessero avuto l’ardire di guardarla. La vera storia di Medusa non è molto conosciuta e provoca stupore sapere che evoca la tematica della violenza sulle donne. La sua bocca era armata da denti lunghissimi come zanne di cinghiale, i capelli, da morbidi e lunghissimi, divennero un groviglio di serpenti velenosi, le mani ed i piedi di bronzo, avevano artigli da leone, lunghi ed affilati. Medusa può essere vista come una figura di donna che viene pesantemente colpevolizzata e punita perché si ribella al potere patriarcale che impone alle giovani ragazze di subire lo stupro senza reagire. Perseo con la testa di Medusa - Florence, Italy. Posta su un alto piedistallo ornato da bellissimi bronzetti (copie realizzate dalla Fonderia Artistica Ferdinando Marinelli di originali conservati al Bargello) è stata ideata in modo da guardare in basso verso lo spettatore. Passando rapidamente alla Rivoluzione Francese, in questo periodo Medusa divenne simbolo di cambiamento. Secondo altre versioni ancora, Athena era avversa a Medusa perché quest’ultima aveva osato competere con lei in bellezza. La leggenda tramanda poi che Perseo, proprio nel tentativo di riconciliarsi con il nonno, uccise involontariamente Acrisio, colpendolo con un disco lanciato nel corso di una gara (e così si avverò la profezia dell'oracolo). Durante il rinascimento l'interesse per i grandi gruppi statuari antichi portò gli scultori a riscoprire le tecniche statuarie della fusione con assemblaggio, di cui un classico esempio è la Giuditta di Donatello, anch'essa in piazza della Signoria; ma alla fine la competizione con le grandi statue marmoree in un blocco unico portò a tentare la fusione di grandi statue in atteggiamenti complessi in un solo getto. Dopo secoli di silenzio, il dibattito sulla violenza sessuale ha riportato in auge il mito di Medusa e la sua voce coraggiosa. Il Perseo è una statua celebre nella storia dell'arte, grazie anche alla "cronaca" della sua fusione narrata dal suo autore, con brio impareggiabile, nella Vita scritta da lui medesimo. Gli esami del tenore di stagno nella lega del Perseo non hanno consentito di confermare la versione del Cellini; quello che sembra accertato è che il tenore di stagno è più alto nella testa della Medusa, più basso in quello del corpo di Perseo. Una volta che Perseo raggiunse il luogo dove dimoravano le Gorgoni, le trovò che dormivano. Si chiamavano Steno (la Forte), Euriale (l’Ampia) e Medusa (l’Astuta). Co-Founder di Viole di Marzo, blog e associazione femminile di interesse medico e culturale che unisce sul territorio milanese decine di professioniste e donne di talento. La testa spunta dal centro del mosaico, come un talismano protettivo tra cerchi concentrici. Non tutti però forse sanno, come narra il mito, che Medusa non è sempre stata un mostro. Così come viene raccontata nell'autobiografia dell'artista, fu un'operazione quasi "epica", con lo scultore preso da febbri e sudorazione (forse una febbre del fonditore causata dalle esalazioni dei metalli e documentata anche in altri casi), il fuoco della fornace che si era abbassato per via di un temporale, poi la supposta insufficienza dello stagno, alla quale il Cellini avrebbe rimediato gettando nella fusione tutte le stoviglie di casa, e infine un principio di incendio della bottega. Qui scorse la fanciulla Andromeda legata ad una roccia ed esposta alle ire di un mostro marino. Il Perseo di schiena. Collocata sotto la Loggia dei Lanzi, la scultura rappresenta Perseo in piedi sul corpo di Medusa, appena decapitata con la spada impugnata nella mano destra, mentre la sinistra solleva trionfante la testa del mostro tenuta per i capelli. Nel mosaico romano esposto al Getty Museum, per esempio, i capelli di serpenti sono raffigurati come boccoli al vento, e i suoi occhi pietrificanti come uno sguardo elegante. “Se questi uomini, sostiene Hélène, avessero avuto il coraggio di guardare Medusa dritto negli occhi, si sarebbero accorti che non ha nulla di letale, ma anzi è bellissima e ride.” È solo documentando le proprie esperienze, continua Cixous, che le donne potranno demolire il pregiudizio sessista che vede il corpo della donna come una minaccia. 32T E 681553 N 4848708. Alla fine dell'antichità, mentre diminuiva la domanda per statue di bronzo di grandi dimensioni, aumentavano al contrario le richieste di oggetti, come le campane, che per motivi funzionali dovevano essere fuse in un unico getto. Insieme al gruppo del ratto delle Sabine, del Giambologna, è l'unica statua conservata nelle Logge dell'Orcagna ad essere stata concepita espressamente per quella collocazione. Anche il sangue di Medusa aveva poteri magici. Per Sistema Critico scrivo di femminismo. N 43° 46.150 E 011° 15.344. Scultori e pittori erano soliti usare la testa di Medusa per allontanare gli influssi maligni. Le gocce del suo sangue cadute a terra popolarono il deserto di serpenti velenosi, da quelle che caddero in mare nacque il corallo rosso. Qui scorse la fanciulla Andromeda legata ad una roccia ed esposta alle ire di un mostro marino. Nonostante la fama, dovuta soprattutto alle circostanze della fusione (vedi infra), la critica è tutt'altro che unanime nell'acclamare il Perseo come un capolavoro del manierismo; si imputa alla statua la sua posa languida e l'eccessiva cura dei particolari, tipica dell'orafo che ha preso in ultimo il sopravvento sullo scultore. Il Perseo ha anche un significato politico, come la maggior parte delle statue poste sulla piazza: rappresenta infatti l'affermazione del Duca che dà un "taglio" alle esperienze repubblicane, rappresentate da Medusa. The sculpture stands on a square base which has bronze relief panels depicting the story of Perseus and Andromeda, similar to a predella on an altarpiece. Commissionata da Cosimo I dopo il suo insediamento come Duca della città, fu realizzata tra il 1545 e il 1554. Il messaggio rimane da secoli che ribellarsi alla violenza non è mai la giusta soluzione. Perseo con la testa di medusa, opera straordinaria di Benvenuto Cellini, Firenze. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 16 ott 2020 alle 13:10. Libera dall’occhio giudicante e svilente del maschilismo, Medusa poteva finalmente tornare a essere la fanciulla affascinante e umana di prima dell’intervento di Athena. Shelley non è l’unico a dare un’interpretazione nuova del personaggio di Medusa. Dalla forte impronta classica, Versace ha sempre dichiarato apertamente il suo amore per la storia dell’antica Grecia e per i miti: «Reggio è il regno dove è cominciata la favola della mia vita: la sartoria di mia madre, la boutique d’Alta Moda. Perseo donò successivamente la testa di Medusa ad Athena dea della ragione, del senno e della guerra. Quello sgorgato dalla vena sinistra era un veleno mortale, mentre quello della vena destra resuscitava i morti. Il mito rappresenta una figura femminile che nega la solidarietà ad un’altra donna vittima  di violenza, tradendola e punendola.

Pronto Soccorso Ortopedico Bergamo, Ovosodo Streaming Altadefinizione, Richard Carnevale Riccardo Carnevale, Il Paradosso Dell'ignoranza Libro, Buon Compleanno Matilde 9 Anni, Tommaso D'aquino Baci Perugina, Frattura Astragalo Tempi Guarigione, Andrea E Matteo Bocelli A Sanremo, Invocazione All' Arcangelo Jophiel,