scorre sull'altopiano svizzero

I, p. 1041; II, 11, p. 936). Vi ha sede il Parlamento svizzero. Le prime notizie certe sul territorio dell’attuale S. risalgono all’epoca delle campagne di Cesare, il quale costrinse gli Elvezi a fissarsi in queste terre divenendo sudditi di Roma. Scorre sull'Altopiano Svizzero. ; del convento di Königs;felden, 14° sec. Schweiz; fr. L’insieme del paese presenta valori termici relativamente modesti, con temperature medie annue spesso inferiori ai 10 °C nella regione centrale e in quella nord-orientale (San Gallo) e, naturalmente, nelle aree alpine (dove il limite delle nevi persistenti può scendere fino ai 2500 m s.l.m. Un massiccio svizzero. È solo nel Settecento che si instaura una tradizione letteraria svizzera di lingua tedesca che ha i suoi antesignani in J.J. Bodmer e J.J. Breitinger, i quali, contro il primo illuminismo tedesco impersonato da J.C. Gottsched, fecero di Zurigo il contrapposto polo d’attrazione per quanti sulle loro tracce individuavano e favorivano nella poesia l’elemento emozionale e immaginifico. A novembre dello stesso anno attraverso lo strumento referendario è, È solo nel Settecento che si instaura una tradizione letteraria svizzera di lingua tedesca che ha i suoi antesignani in J.J. Bodmer e J.J. Breitinger, i quali, contro il primo illuminismo tedesco impersonato da J.C. Gottsched, fecero di Zurigo il contrapposto polo d’attrazione per quanti sulle loro tracce individuavano e favorivano nella poesia l’elemento emozionale e immaginifico. Condizioni economiche. Nella saggistica, accanto a G. Fasani, apprezzato anche come poeta, e P. Fontana, si ricorda soprattutto G. Pozzi, critico letterario di respiro europeo. - In seguito a un referendum nazionale (24 settembre 1978), i tre distretti di lingua francese e di religione cattolica del Giura svizzero compresi nel cantone di Berna, hanno ottenuto di poter costituire il cantone del Giura (cap. Sulzer, che contribuì a costituire in disciplina scientifica la nascente estetica. Se spesso le valli raggiungono altitudini verso i 1000 metri, le cime più alte non superano di solito i 1600 metri (Chasseral). All’ampia presenza di ghiacciai e alla fitta rete idrografica che ne deriva si ricollega anche la presenza di numerosissimi laghi (più di 1500), quasi tutti di origine glaciale (i principali sono i laghi di Costanza, di Zurigo, di Neuchâtel, dei Quattro Cantoni, di Thun, di Ginevra), che occupano 1420 km2. Zurigo, Basilea, Ginevra, Berna e Losanna sono le città principali e le sole che superino i 100.000 ab. I, p. 1041; II, 11, p. 936; III, 11, p. 885). Nella prima età del Ferro (9° sec. Sempre nel campo della narrativa, nel quale in posizione più autonoma si collocano W.M. In aumento i musulmani (4,3%) per l’apporto di immigrati dal Nordafrica. La Svizzera è situata nel cuore del continente europeo, in un’area prevalentemente montuosa e senza sbocchi sul mare. Partita da Zurigo, la riforma si diffuse a Berna, Basilea e in parte anche a Sciaffusa, Appenzell, Glarona, nei Grigioni e in altre terre di alleati e sudditi; la guerra fra Zurigo e i cantoni cattolici (sconfitta dei riformisti nella battaglia di, Rimasta neutrale durante la Prima guerra mondiale, la S., già ospite di molte istituzioni internazionali (Croce rossa, Unione postale universale e altre), fu scelta come sede della, Nel giugno 2016 il 76,9% degli elettori svizzeri ha espresso parere negativo al referendum – il primo, promosso da un gruppo indipendente e sostenuto dai verdi, l'istituzione di procedure più rapide per l'esame della domande dei richiedenti asilo. Il limite delle nevi perenni si trova a circa 3000 metri di quota. I più antichi affreschi medievali sono quelli del Canton Ticino (chiese di Negrentino, di Biasca, di S. Maria di Torello, di Rovio). Stabilità politica e bassa conflittualità sociale avviarono la S. nel secondo dopoguerra a un forte sviluppo economico, richiamo per un massiccio afflusso di manodopera straniera. S. Italiana Locuzione con la quale comunemente si designano i territori svizzeri a S dello spartiacque alpino, abitati in prevalenza da popolazione di etnia italiana. 2. [1], .mw-parser-output .geo-default,.mw-parser-output .geo-dms,.mw-parser-output .geo-dec{display:inline}.mw-parser-output .geo-nondefault,.mw-parser-output .geo-multi-punct{display:none}.mw-parser-output .latitude,.mw-parser-output .longitude{white-space:nowrap}.mw-parser-output .geo{}body.skin-vector .mw-parser-output #coordinates{font-size:85%;line-height:1.5em;position:absolute;right:0;top:0;white-space:nowrap}47°00′N 8°00′E / 47°N 8°E47; 8, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Geografia_della_Svizzera&oldid=116657292, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Vi prendono origine diretta (nella regione circostante il San Gottardo) il Rodano, che scorre in S. per 265 km formando il Lago di Ginevra, e il Reno, che vi scorre per 375 km, inizialmente diviso in due rami sorgentiferi, il Reno Anteriore e il Reno Posteriore, che si uniscono poco a monte di Coira; il Reno alimenta poi il Lago di Costanza ed esce dalla S. nei pressi di Basilea. Neutrale anche nella Seconda guerra mondiale, al termine del conflitto aderì alle agenzie specializzate dell’ONU, ma non all’ONU stessa, restando estranea alle iniziative intese a rafforzare i legami occidentali ed europei che potessero compromettere da un punto di vista politico il principio della neutralità. Importante il traffico fluviale sul Reno, unica via d’acqua accessibile del paese. la dinamica demografica (7.288.010 ab. Fiume svizzero che sbocca nel Reno. Fiume svizzero che sbocca nel Reno. L’area della S. attuale, fortemente latinizzata all’inizio del 5° sec. 14° costituì il primo nucleo della... baṡiliènse agg. Non è mai in D. alcuna diretta reminiscenza di città e luoghi della Svizzera, né è pensabile che egli potesse avere precisa nozione del complesso processo germinativo del futuro stato elvetico, che per D. è un assieme di province dell'Impero e di possessi feudali particolarmente degli Asburgo. Tra narrativa e saggistica si muovono scrittori come A. Jenni, T. Poma, F. Filippini, attivo anche come pittore, G. Bonalumi. Navigazione Soluzioni successive per: Becco di uccello da preda ; È famoso quello Atlantico ; Presenta visivamente i dati ; Il video del telefonino ; Il pallino preso di mira Furono questi gli scrittori che nell’immediato dopoguerra fornirono la prima e per un certo tempo unica testimonianza tedesca nello sconcerto succeduto alla catastrofe provocata dalla Germania nazista. L’Eneolitico è documentato sia dalla cultura detta ‘della ceramica a cordicella’, dell’Europa settentrionale e orientale, sia da gruppi e tradizioni culturali, detti del ‘vaso campaniforme’, diffusi in gran parte d’Europa. Tra i pittori più noti del tardo 16° sec. Alla natura s’ispirano anche i versi permeati di spirito religioso di V. Abbondio. Meyer, che diede liriche d’insolita densità, in un culto dell’estetismo che troverà poi ulteriori sviluppi presso S. George in Germania e presso R.M. Il distacco dall’astrattismo e dalla sua struttura concettuale e la sfiducia in un sistema universale di valori lasciano il posto, negli ultimi anni del 20° sec., all’affermazione di un sostanziale soggettivismo, che si manifesta in diversi campi espressivi. In proporzione alle sue altitudini il clima della zona del Giura è più freddo rispetto a quello delle altre regioni. Il risveglio si osserva anche in campo squisitamente letterario, dove fra autori di teatro come A. Pedrazzini, e narratori come G. Anastasi, attento alle lotte politiche locali, A. Nessi, legato alla Scapigliatura milanese, e molti altri, si stagliano, fin dentro il Novecento, le figure del poeta e narratore lirico F. Chiesa, di G. Galgari, romanziere e saggista vigoroso, fondatore e direttore (1941-62) della rivista Svizzera italiana, e di G. Zoppi, cantore del mondo montanaro. All'estremo meridionale, nel canton Ticino, il Mendrisiotto fa parte della pianura Padana. Dal gruppo di A. Calame, B. Menn e J.S. Schweiz; fr. Svizzera - Estensione e confini (p. 73); Rilievo e morfologia (p. 74); Clima (p. 76); Idrografia (p. 76); Flora e vegetazione (p. 77); Fauna (p. 79); Popolazione (p. 79); Condizioni economiche ... svìzzero agg. I pericoli naturali sono soprattutto localizzati nelle zone alpine: frane o valanghe. I, p. 1041; II, II, p. 936; III, II, p. 885; IV, III, p. 565) Le attività primarie sono sostenute da ingenti interventi pubblici, anche per impedire l’abbandono delle aree montane e il venire meno di quell’opera di ‘manutenzione’ dell’ambiente che costituisce il compito primario assegnato ad agricoltori, allevatori e forestali. La Svizzera copre, inoltre, parte dei bacini del Reno (Mare del Nord), del Rodano (Mare Mediterraneo), del Po/Adige (Mare Adriatico) e del Danubio (Mar Nero). Non rinunciò invece a promuovere una maggiore integrazione della propria economia con quella europea, aderendo dapprima all’EFTA (Associazione europea di libero scambio), poi all’OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) e stipulando nel 1972 un accordo di libero scambio con la CEE. L’inasprimento delle norme che regolano l’asilo politico (la S. era uno dei paesi d’asilo più richiesti) e l’immigrazione, insieme alla costante diminuzione del tasso di natalità (9,5‰ nel 2009), hanno notevolmente frenato il ritmo di crescita della popolazione (tasso dello 0,2% nel 2009). Nelle città sorsero i palazzi comunali di Zurigo, Losanna, Sion, e nuove imponenti case signorili (a Basilea, Zurigo, Ginevra). Questa collisione di placche, ancora in corso, si estende per circa 100 milioni di anni. Il Giura, il Mittelland e le aree prealpine occidentali e settentrionali sono le regioni che accolgono la maggior parte della popolazione e delle attività economiche. Moser fu il primo a usare strutture in cemento armato. M. Raetz si esprime in pittura e scultura, con varietà di mezzi e materiali, privilegiando l’aspetto polisemico delle immagini; H. Suter lavora con pittura, oggetti, fotografia. Più complessa, e soprattutto più fortunata, fu l’esperienza, di lì a poco, di C.F.G. Le cime più alte superano i 4 500 metri (Punta Dufour, Lyskamm, Monte Dom, Weisshorn). La montagna più alta è il Mont Tendre, con i suoi 1679 m s.l.m. Tra i poeti, soprattutto J. Olivier, fondatore della Revue suisse (1838-61); il simbolista H. Spiess; P. H. Matthey; G. Roud, traduttore di F. Hölderlin e Novalis; E.-H. Crisinel; e ancora G. Trolliet, M. Chappaz, P. Jacottet, traduttore di G. Leopardi e G. Ungaretti. Nonostante la superficie limitata e la carenza di risorse naturali, la posizione geografica e la stabilità politica ... Stato dell’Europa centrale. Stato interno, senza sbocco al mare, confina a N con la Germania, a E con l’Austria e il Liechtenstein, a S con l’Italia e a O e NO con la Francia. Il tedesco è usato dal 75% degli abitanti nei cantoni centrali e settentrionali; l’italiano (4,3%) essenzialmente nel Canton Ticino; il romancio da circa un terzo della popolazione dei Grigioni (0,9% del totale). Con H. Hesse, svizzero d’elezione, si entra in tutt’altro clima, quello della crisi radicale dei valori e, in conseguenza, dei richiami utopistici a una positività etica e sociale diversa, ancora tutta da verificare almeno in Europa. Cinema. Il Blaise scrittore svizzero de "La vita pericolosa" É famoso quello svizzero. Nella seconda metà del 3° sec. A S del Mittelland, e ancora con lo stesso orientamento, si sviluppa poi la sezione alpina, che a sua volta presenta una propria articolazione in più settori subparalleli: a contatto con il Mittelland, si trova la movimentata regione prealpina (Oberland); a S di questa, un primo imponente allineamento montuoso è costituito dalle Alpi Bernesi (con elevazioni notevoli: Finsteraarhorn, 4274 m; Aletschhorn, 4195; Jungfrau, 4158) e dalle meno elevate (Dammastock, 3630 m) e di Glarona (Tödi, 3614 m; Ringelspitz, 3247), i cui versanti meridionali scendono assai ripidi sulle due profonde valli incise dal Rodano, a S delle Alpi Bernesi, e dal Reno Anteriore, a S di quelle di Glarona. Se non molto di autenticamente svizzero si riscontra in parecchi degli scrittori citati, come del resto in H.F. Amiel e B. Cendrars, che sono stati tra le figure più eminenti espresse dalla cultura del paese, rispettivamente nell’Ottocento e nel Novecento, numerosi sono gli scrittori che si sono decisamente orientati verso la cultura francese e cosmopolita: V. Cherbuliez; G. de Pourtalès; il poeta C.A. A novembre dello stesso anno attraverso lo strumento referendario è stata bocciata con il 54,2% dei voti contrari anche l'iniziativa popolare per un abbandono pianificato dell'energia nucleare, mentre nel maggio 2017 il 58,2% della popolazione ha approvato un articolato piano per aumentare entro il 2050 l'energia prodotta da fonti rinnovabili e ridurre i consumi individuali. Alcuni grandi laghi (Thun, Quattro Cantoni) possono essere considerati come parte del territorio alpino sebbene sono situati a bassa quota. Nel periodo delle migrazioni e invasioni barbariche molti insediamenti si trasformarono in fortezze (Basilea, Losanna, Coira, Zurigo ecc.). Il territorio della S. può essere distinto in tre principali settori, differenti dal punto di vista della costituzione geologica e della morfologia. L'Altipiano (o altopiano) svizzero (in tedesco: Schweizer Mittelland, in francese: Plateau suisse) è una delle tre regioni geografiche della Svizzera. 1.2 Clima e idrografiaLa S. è caratterizzata da una grande varietà climatica locale, prodotta dalle sue particolarità morfologiche, dalla presenza di numerose valli variamente orientate ed esposte al soleggiamento e ai venti, dall’esistenza di bacini lacustri ampi, dal ruolo svolto dalla circolazione ventosa (e in particolare dalla formazione del Föhn, vento caldo). La Svizzera è uno stato senza sbocco al mare dell'Europa centrale, confinante a nord con la Germania, a est con il Liechtenstein e l'Austria, a sud con l'Italia e a ovest con la Francia. Fiume svizzero affluente del Reno. Temi: italia, lombardia, fiumi Carolingi sono anche i resti della cripta della collegiata di Zurigo. Rousseau), oppure scientifici (, Nella S. italiana, i Grigioni diedero un modesto sviluppo alla letteratura dialettale; il Canton Ticino, che mantenne costante la sua aderenza spirituale alle origini italiane, ebbe, a partire dal 16° sec., letterati di prestigio quali l’umanista F. Cicereio, il poligrafo P. Gaudenzi, il poeta G.B. Scorre sull'Altopiano Svizzero: 3: aar: Cosa vedo? Una divisione profonda tra i cantoni si creò con l’adesione di un gruppo di essi alla Riforma, introdotta da U. Zwingli. Svizzera (ted. La vittoria, replicata nel 2007, ha comportato l’assegnazione all’UDC di due ministeri, rompendo la ‘formula magica’; alle consultazioni tenutesi nell'ott. Partita da Zurigo, la riforma si diffuse a Berna, Basilea e in parte anche a Sciaffusa, Appenzell, Glarona, nei Grigioni e in altre terre di alleati e sudditi; la guerra fra Zurigo e i cantoni cattolici (sconfitta dei riformisti nella battaglia di Kappel nel 1531) lasciò la Svizzera divisa. occupa un posto di rilievo la produzione di alcune scrittrici: M. Saint-Hélier, autrice di due cicli di romanzi costruiti con una elaborata tecnica associativa e lunghi monologhi; C. Colomb (pseudonimo di M.-L. Reymond), nella cui opera si prefigura il nouveau roman; A. Rivaz (pseudonimo di A. Golay), attenta alla problematica della condizione femminile; C.S. Alfred pianista svizzero. Zürich) Città della Svizzera (365.132 ab. Accanto a ognuno di questi tipi coesistono come lingue scritte e di cultura rispettivamente il francese, l’italiano, il romancio e il tedesco. La Svizzera si trova in una zona tettonica relativamente calma, anche se la città di Basilea fu distrutta il 18 ottobre 1356 da un terremoto, il più importante evento sismologico storico dell'Europa centrale. Le condizioni continentali risultano più sensibili nel N del paese, sia nella regione del Giura, che presenta forti escursioni termiche, sia nell’area a NE, dove il Lago di Costanza talvolta gela; sul Mittelland è generalmente più efficace l’azione dei venti. Durante la crisi della lotta per le investiture, acquistarono potere nelle regioni svizzere i feudatari di Zähringen, fondatori di Friburgo (1157) e di Berna (1191), le cui proprietà passarono poi agli Asburgo (N ed E), mentre a S e O predominavano i Savoia e si formavano i vescovati di Basilea, Losanna, Coira, Sitten; le città ottenevano la libertà dalla soggezione feudale sottomettendosi alla diretta autorità imperiale. La dinamica demografica è rimasta pressoché stabile nel prosieguo degli anni Novanta (popolazione stimata al 1998: 7.299.000 ab. 2.2 Dal 19° al 21° secoloK. Intorno al 260 d.C., l’ostinata pressione germanica costrinse Roma a sgomberare gli agri decumates. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 25 giu 2019 alle 13:18. Un notevole sviluppo hanno conosciuto anche alcuni comparti del settore secondario e le attività turistiche. 3.1 Attività primarieL’agricoltura, praticata su poco più del 10% della superficie dal 3,9% della popolazione attiva, forniva nel 2005 appena l’1,5% del PIL. Si estende su tutta la valle del Rodano, dalle sorgenti del fiume fino al suo sbocco nel Lago di Ginevra, e tra le Alpi Bernesi a N, che scendono nel cantone con fianchi ripidissimi, intagliati ... (ladino Grischun; ted. Il Congresso di Vienna (1815) riconobbe la definitiva struttura territoriale della nuova confederazione, passata a 22 cantoni con l’adesione di Ginevra, Neuchâtel e Vallese (si giungerà a 23 cantoni nel 1979, con il distacco del Giura da Berna), sancendo solennemente il principio della sua neutralità perpetua. La Svizzera si trova in una zona tettonica relativamente calma, anche se la città di Basilea fu distrutta il 18 ottobre 1356 da un terremoto, il più importante evento sismologico storico dell'Europa centrale. La S. ha conosciuto, nella seconda metà del 20° sec., una crescita demografica notevole, dovuta principalmente a un’intensa e costante immigrazione, che ha portato la popolazione dai 4,7 milioni del 1950 ai 7,6 attuali. Dal secondo dopoguerra artisti significativi operano nel campo dell’astrattismo e nelle più avanzate espressioni artistiche: i pittori R.P. Burlamaqui, J.-J. Con scorre: Scorre tra la Francia e la Germania; Scorre sull'Altopiano Svizzero; Scorre in Germania; Scorre sotto il ponte di Bassano; Vi scorre il Fiume Giallo; Scorre sotto i ponti di Verona. Numerosi i siti del Mesolitico. In S. lavorarono grandi pittori tedeschi (a Basilea. di superficie produttiva. A sud non esiste una frontiera precisa con le Alpi. Ma è solo nel 19° sec., con il conseguimento della riforma costituzionale (1830) e la presa di coscienza di una sua funzione storica, che il Canton Ticino conobbe un risveglio politico-culturale e produsse una sua consistente letteratura. Spitteler, primo svizzero a ottenere, nel 1919, il premio Nobel per la letteratura, grande isolato che sdegnosamente si contrapponeva al generale processo di massificazione coinvolgente anche i fenomeni culturali. L'altipiano costituisce il 30% del paese, sta a nord delle Alpi e a sud del Giura a un'altitudine media di circa 500 metri. A nord è nettamente delimitato dal Giura, sia geograficamente sia geologicamente. Fiume svizzero affluente del Reno. Differenti fenomeni geologici formano il panorama attuale della Svizzera e la natura dei suoi terreni. La S. si presenta oggi come un paese dotato di un’economia prospera, all’avanguardia per quanto riguarda sia le attività industriali sia, in misura ancora maggiore, quelle terziarie avanzate, in grado di superare felicemente le fasi di stagnazione economica dovute alle congiunture negative internazionali. Nell’altopiano e nelle aree prealpine, le sole regioni ampiamente utilizzate dall’agricoltura, si può individuare una zona della vite e degli alberi da frutto, che a O e a S delle Alpi risale fino a circa 700 m s.l.m., mentre a N si arresta intorno ai 550. Geografia umana ed economica con una densità di 103 ab. Svizzera (ted. La Svizzera ha poche risorse, ma un’ottima organizzazione, un ambiente curato, un grande rispetto per le culture tradizionali (con quattro lingue ufficiali) e un buon sistema di integrazione sociale (un abitante su cinque è immigrato di recente). La cultura di Horgen segna, alla fine del Neolitico, un’unificazione delle tradizioni culturali delle diverse regioni e una prima penetrazione nelle basse vallate alpine. Un massiccio svizzero. I, p. 1041; II, ii, p. 936; III, ii, p. 885; IV, iii, p. 565; V, v, p. 374) Geologicamente la regione è composta da rocce calcaree che formano paesaggi carsici. Personalità di ben altro spicco fu però A. von Haller, illustre medico e scienziato, ma anche poeta apprezzato soprattutto nel genere idilliaco-descrittivo; suo capolavoro è il poema giovanile, in versi alessandrini, Die Alpen (1729), ampio quadro della natura alpina con esaltazione del bello e del sublime. Anche sul loro esempio si è fatta più viva l’esigenza di una critica radicata nel tempo, e ha preso il via un processo di sprovincializzazione, ben rappresentato dall’opera di O.F. Le catene delle Alpi bernesi, vallesane e Bernina comportono cime oltre i 4 000 metri che sono in totale 48. La montagna più alta è il Pizzo Dufour, alto 4 634 m sul livello del mare. La S. è stata abitata dall’uomo già nel Paleolitico medio (siti musteriani), ma solo dopo un lungo intervallo, nel quale i ghiacciai coprivano il paese, è stata occupata in modo più intensivo da gruppi portatori della cultura maddaleniana, con insediamenti in grotta e all’aperto. Buri, C. Amiet, G. Giacometti ecc. Stato dell'Europa centrale. Nel campo della pittura a Ginevra, dove grazie all’Accademia si era formata sin dalla fine del 18° sec. Navigabili solo per brevi tratti sono gli altri maggiori fiumi della Svizzera: il Rodano, il Ticino e l’Inn, che scorre nella valle dell’Engadina. Fra le due grandi guerre il romanzo è rimasto il genere prediletto, coltivato da molti anche se raramente con risultati cospicui; da segnalare: J. Bührer, R. Faesi, C. Lauber, M. Inglin, R.J. Humm, e A. Zollinger, noto soprattutto come lirico. Nella narrativa, oltre a R. Toepffer, ai citati Godet e Monnier, e a P. Girard, autore anche di raccolte poetiche, si distingue su tutti il citato Ramuz, nei cui racconti si rispecchia l’eterna lotta tra l’uomo e la natura. Di notevole interesse è il soffitto ligneo (12° sec.) La reazione delle tre comunità alpine di Uri, Schwyz e Unterwalden alla politica dinastica di Rodolfo I d’Asburgo dette origine a una Confederazione che nel 1291, alla morte di Rodolfo, affermò definitivamente la propria forza durante la guerra per il trono imperiale. Si tratta a nord del canton Sciaffusa e della regione di Basilea, situate oltre il Reno nel bassopiano renano. A sud il limite con le Alpi non è ben definito, ad esempio le regioni del Napf (1 400 metri) o del Toggenburg possono essere considerate a volte parti del altopiano o delle prealpi. Caratteristica tipica e notissima della popolazione svizzera è la sua eterogeneità linguistica (sancita dalla stessa Costituzione, che riconosce quattro lingue ufficiali), determinata dallo sviluppo dello Stato nell’area di contatto dei gruppi linguistici principali della regione alpina. Tra le sculture romaniche, che uniscono influssi francesi e lombardi, notevoli: una Crocifissione ad Aarau; i rilievi degli apostoli e la porta di S. Gallo nella cattedrale di Basilea; i portali delle cattedrali di Coira, di Losanna e di Zurigo, della chiesa di Valère presso Sion, della parrocchiale di Grandson; le sculture in stucco di S. Giovanni a Münster e i rari intagli (per lo più dal Vallese e dai Grigioni), nel Landes;museum di Zurigo. Pestalozzi, H.G. affluente svizzero del reno fiume svizzero scorre sull'altopiano svizzero: aare: fiume svizzero fiume svizzero affluente del reno fiume svizzero che sbocca nel reno massiccio svizzero un massiccio svizzero: abba: celebre complesso svedese: adani: laura che fu una celebre attrice teatrale Le escursioni termiche annue sono consistenti dovunque. Questa catena montuosa era costituita dall'orogenesi alpina, termine che indicava tutti i movimenti geologici che portarono alla formazione delle Alpi. Förderer (Università di San Gallo, 1963), M. Schlup (Centro comunitario, Biel, 1966), e ancora J. Tschumi, l’Atelier 5, i ticinesi B. Reichlin e F. Reinhart, M. Botta ecc. Il passaggio al Rinascimento avvenne con un processo discontinuo, parallelamente alla persistente azione della tradizione medievale. Füssli in Inghilterra. I due allineamenti propriamente alpini trovano un’area di contatto e di snodo al centro dei rispettivi svolgimenti, in una regione caratterizzata dalla presenza di numerosi importanti passi (Nufenenpass, 2478 m; Furkapass, 2431; Sustenpass, 2224; Grimselpass, 2165; San Gottardo, 2108). Tematiche femminili hanno trovato un’eco specie in M. Schriber e in V. Stefan. L’industria chimica (coloranti, fertilizzanti) e farmaceutica (concentrata a Basilea), ha un considerevole peso nelle esportazioni e fa capo ad aziende svizzere di importanza mondiale. Accanto a quello bancario, si è sviluppato un settore assicurativo e finanziario parabancario quasi altrettanto cospicuo. Scartazzini e del linguista C. Salvioni. Nel 12° sec. Le città, nell’esaltazione della potenza e ricchezza civica, si abbellirono di fontane riccamente scolpite (Berna, Basilea, Friburgo, Lucerna), di palazzi comunali (Basilea, Friburgo, Zug) sontuosamente decorati e arredati. Alla coltura dei cereali si è progressivamente affiancata quella della frutta (mele, uva) e colture industriali o destinate all’alimentazione del bestiame che, da parte sua, può contare su prati e pascoli che coprono il 40% della superficie totale; l’allevamento bovino, tipico della S. alpina e basato su caratteristiche razze da carne e soprattutto da latte (pregiati e noti i prodotti caseari), è ampiamente praticato. S. Sassone (ted. Nei secoli successivi non si trovano che figure minori, tra cui J.M. In epoca medievale importanti centri di cultura musicale furono i monasteri di San Gallo e di Einsiedeln, fondamentali nell’elaborazione della tradizione gregoriana e in quella della sequenza. Fra gli scultori, dopo il 1850, notevoli V. Vela, R. Christen, M. Leu, F. Schlöth, K. Stauffer; A. de Niederhäusern e C. Burckhardt si affermarono dopo il 1900. In pieno 20° sec., si distinguono, tra i poeti, G. Orelli che si muove nell’area del postermetismo, A. Pedrali, P. Martini, A. Casé, noto anche come narratore. Da secoli ... Cinematografia Anche la Val Monastero (Müstair), per quanto abitata da popolazioni di lingua romancia, spetta fisicamente alla S. Italiana. Definizione ⇒ SCORRE SULL'ALTOPIANO SVIZZERO su Cruciverba.it Tutte le soluzioni dei cruciverba per SCORRE SULL'ALTOPIANO SVIZZERO chiare e classificabili. Nel periodo tra le due guerre mondiali superò, non senza difficoltà, gravi problemi economici e politici. 1.1 Morfologia. Bibliografia - Storia (p. 93). di superficie territoriale, e di 133 ab. La zona dialettale francese è poco compatta ed è esposta alla continua erosione e successivo livellamento da parte della lingua letteraria; i dialetti che vi si parlano non differiscono molto da quelli delle regioni adiacenti della Francia: per es., le parlate del Giura bernese sono affini ai dialetti lorenesi, mentre il vodese e il vallesano sono di tipo franco-provenzale. Alla stessa matrice kelleriana si ricollega anche, nella sua produzione meno ambiziosa, J. Schaffner, autore del resto assai diseguale.

Dove Vedere La Replica Di Come Sorelle, Santo 14 Agosto, Estate 2020 Fredda, Pizzium - Bologna, Matrimonio Civile Ad Amalfi, Monte Ceceri Fiesole, Ic Karol Wojtyla Isola Capo Rizzuto, Canto 3 Inferno, Lupin 3 La Ragazza Chiamata Fujiko Mine Ita, Clara Dossena Wikipedia,